Perugia parte bene ma poi si spegne a Molfetta

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 21, 2016 21:06
Birarelli Emanuele (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con Emanuele Birarelli (foto Michele Benda)

Una Sir Safety Conad Perugia a due velocità gioca bene la prima parte di gara ma sul due a zero e 9-12 del terzo set risente delle fatiche del periodo e perde brillantezza finendo per farsi beffare. La diciannovesima giornata di Superlega maschile vede trionfare la formazione della Exprivia Molfetta che ha avuto il merito di crederci fino in fondo. Kovac sorprende tutti partendo con la coppia di schiacciatori Russell-Fromm, tenendo a riposo Kaliberda. Si parte con i padroni di casa che escono dai blocchi veloci (4-1). A riprendere le redini dell’incontro è Fromm che inaugura la sua centesima partita nel campionato italiano con tre punti personali e guida la riscossa propiziando l’aggancio che avviene sul turno di battuta di Russell (10-10). Il naso avanti gli ospiti, in maglia biancorossa, lo mettono sul doppio ace di Atanasijevic (12-14). L’inerzia cambia radicalmente e gli umbri ne approfittano per allungare (13-18). I meridionali gettano nella mischia Randazzo ma la ricezione ospite arriva puntuale (75%) e De Cecco si diverte con Birarelli che chiude ed allunga e propiziando l’uno a zero. Alla ripresa la reazione dei locali è affidata a De Barros Ferreira che trova la serie in attacco e manda in fuga (9-5). La ricezione perugina stavolta cala di rendimento (32%) e l’attacco non può essere più efficace come prima, Hernandez Ramos sale in cattedra e mantiene le distanze (16-12). A far rientrare gli ospiti è il turno di servizio di Atansijevic che riporta in asse il punteggio (18-18). Nel rush finale è ancora il servizio ad essere decisivo, l’ace di Buti vale il due a zero. Terza frazione che vede protagonisti i soliti Hernandez Ramos ed Atanasijevic e rimane combattuta punto a punto sino al 13-13. Molfetta non demorde e prende tre punti di vantaggio (19-16). Perugia riesce ad agganciare poi torna ad inseguire e rimette in asse (23-23). Il muro di Hernandez Ramos su Atanasijevic prolunga la contesa. Il quarto periodo comincia bene con capitan Buti che stimola i compagni e trova il break di allungo mettendo a segno anche il cinquecentesimo muro nella massima categoria (7-10). Affiora un po’ di stanchezza, e anche di nervosismo, tra le fila ospiti e basta un momento per avvicendarsi al comando (17-14). Il pubblico del Pala-Poli si infiamma e spinge i locali a rimandare il verdetto. Al tie-break Molfetta forza e vola sul 6-1, Kovac tira fuori Russell e una reazione si vede (7-5). Le energie sono però agli sgoccioli e la Sir crolla al tappeto.
EXPRIVIA MOLFETTA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 3-2
(18-25, 24-26, 25-23, 25-20, 15-11)
MOLFETTA: Hernandez Ramos 32, De Barros Ferreira 14, Candellaro 8, Hierrezuelo 8, Barone 4, Fedrizzi 2, De Pandis (L1), Randazzo 7, Del Vecchio. N.E. – Spadavecchia, Kaczynski, Mariella, Porcelli (L2). All. Vincenzo Di Pinto.
PERUGIA: Atanasijevic 27, Buti 14, Russell 11, Fromm 10, Birarelli 8, De Cecco 2, Giovi (L), Elia 3, Kaliberda 1, Tzioumakas, Fanuli. N.E. –Dimitrov, Holt. All. Slobodan Kovac.
Arbitri: Armando Simbari (MI) e Vittorio Sampaolo (MC).
EXPRIVIA (b.s. 19, v. 8, muri 11, errori 10)
SIR CONAD (b.s. 18, v. 10, muri 15, errori 14).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 21, 2016 21:06