Perugia salva la pelle a Piacenza

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 28, 2016 20:45
Fromm Christian (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con lo schiacciatore Christian Fromm (foto Michele Benda)

Non è stata una Sir Safety Conad Perugia memorabile quella che nella penultima giornata di stagione regolare è tornata a festeggiare una vittoria, tutt’altro. C’è mancato poco che i block-devils ci lasciassero le penne sul campo del fanalino di coda Lpr Piacenza, capace di esaltarsi contro i più accreditati rivali. Ancora una prestazione incolore dal punto di vista dell’atteggiamento e con un muro che non riesce a dare il supporto necessario alla squadra umbra che si appoggia troppo spesso sul martello Aleksandar Atanasijevic, sbilanciando il gioco e rendendolo alla lunga leggibile. Il serbo è subito in palla (metterà dieci palle a terra in apertura), ma gli ospiti vanno sotto nel punteggio e devono inseguire (10-8). Sono le battute del regista De Cecco, uno degli ex, a consentire di piazzare il break che inverte la tendenza (13-14). Si procede a stretto contatto di gomito ma qualcosa non convince Kovac che tira fuori un nervoso Fromm per farlo rifiatare ed inserisce Kaliberda (altro ex di turno). La rincorsa degli emiliani si concretizza con l’ace di Tavares Rodrigues che significa parità (21-21). I block-devils arrivano a disporre di una palla-set ma la situazione si ribalta e Fromm si becca un muro che porta al cambio di campo. Alla ripresa c’è un tremendo 3-0 che serve a scoutere gli umbri. L’orgoglio prende il sopravvento nel quadrato ospite con la battuta che propizia il primo break (7-11). Qualche tentativo di reazione c’è con Luburic in attacco e Tencati a muro ma il ritrovato Fromm spedisce sul 14-19. A gestire il margine ci pensa De Cecco che rende possibile la parità. Nella terza frazione Zlatanov fa valere la sua esperienza e trova i punti del 7-4. Il gioco perugino è prevedibile e poco vario e per i padroni di casa è semplice tenere il pallino del gioco in mano (14-11). Il nervosismo affiora e Kovac si prende un cartellino, poco dopo è Atanasijevic a protestare col suo allenatore. Sul 21-14 entrano nella mischia Dimitrov e Tzioumakas ma è solo una mossa per far riposare la diagonale di posto-due. Piacenza va a conquistare un clamoroso due ad uno. Avvio non esaltante anche nel quarto periodo ma con in qualche maniera i biancorossi riescono a mettere il naso avanti con Birarelli che azzecca l’ace dell’8-10. Senza infamia e senza lode la Sir si mantiene al comando sfruttando qualche spunto individuale (19-21). Il verdetto è rimandato. Al tie-break la Lpr non ha più energia e gli uomini del presidente Sirci vanno a vincere, tirando un sospiro di sollievo.
LPR PIACENZA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 2-3
(26-24, 19-25, 25-18, 22-25, 11-15)
PIACENZA: Perrin 20, Luburic 20, Zlatanov 17, Kohut 8, Tencati 7, Tavares Rodrigues 3, Papi (L1), Ter Horst, Coscione, Patriarca, Lampariello (L2). N.E. – Sedlacek, Cottarelli. All. Alberto Giuliani e Marco Camperi.
PERUGIA: Atanasijevic 30, Russell 14, Buti 10, Birarelli 8, Fromm 8, De Cecco 5, Giovi (L1), Kaliberda 3, Tzioumakas, Elia, Dimitrov. N.E. – Holt, Franceschini, Fanuli (L2). All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
Note – Spettatori 2’645.
Durata dei set: 35’, 27’, 32’, 29’, 17’.
Arbitri – Massimo Florian (TV) e Marco Zavater (RM).
LPR (b.s. 16, v. 5, muri 15, errori 12).
SIR (b.s. 20, v. 9, muri 5, errori 8).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 28, 2016 20:45