Perugia, serve una prova d’orgoglio col Modena

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 23, 2016 14:30
Kaliberda Denys (palla)

Denys Kaliberda (foto Daniele Celesti)

Le uniche due squadre italiane ad essere uscite sconfitte nell’ultima giornata delle competizioni europee, Perugia e Modena, si affronteranno nel turno infrasettimanale valido per la nona giornata del girone di ritorno della Superlega maschile. Due antagoniste in cerca di riscatto anche sul fronte nazionale dato che domenica scorsa sono state battute dalle rispettive avversarie di campionato. Nonostante ciò al Pala-Evangelisti stasera alle ore 20,30 ci sarà il tutto esaurito perché il confronto conserva un fascino del tutto particolare. Lo dimostra anche la scelta di trasmettere in diretta televisiva su Rai Sport 1 le immagini dell’incontro tra i padroni di casa della Sir Safety Conad Perugia e gli ospiti della Dhl Modena, in una gara che alla vigilia promette vero e proprio spettacolo. È un momento difficile per due delle squadre più ambiziose della massima categoria con gli umbri che devono difendere la quarta posizione della classifica e gli emiliani che sperano di tornare in vetta dopo averla persa proprio tre giorni fa. Mancano ancora tre giornate al termine della regular season e l’attuale quarto posto non sarà sicuramente migliorato dai block-devils. L’unica opzione possibile è difenderlo. La seconda è che la rivale da affrontare nei quarti di finale è Verona. Resta da stabilire se col vantaggio del campo in una eventuale bella. Anche se nessuno cerca scuse la stanchezza è una scusa più che valida per giustificare l’ultima disfatta, i perugini vengono da un periodo molto intenso e senza possibilità di avere un recupero completo. La stagione dei bianconeri si è incanalata su un binario morto, sia sul fronte nazionale che su quello continentale la situazione pare avere le porte chiuse. Le dichiarazioni della scorsa estate di voler conquistare qualche trofeo si scontrano adesso con la dura realtà, le due competizioni, campionato e coppa Cev, appaiono lontanissime. Le analisi si faranno alla fine ma di certo sembra difficile puntare al bersaglio grosso in questa situazione. Resta una discreta stagione quella disputata dai perugini che però hanno accusato già sette sconfitte, tante quante ne avevano subite nell’intero campionato scorso e una in più di due anni fa. A sottolineare l’insofferenza del momento sono state le parole del presidente dei bianconeri Gino Sirci che si è lasciato andare ad un amaro sfogo: «È un momento delicato, anche col nuovo allenatore i risultati non arrivano, la squadra continua a manifestare problemi di tenuta fisica e mentale. Kovac non si discute ma gli infortuni non lo hanno aiutato. Domenica abbiamo gettato alle ortiche la gara e dispiace soprattutto per i tifosi che ci hanno seguito sino a Molfetta. Stasera con Modena non sono ammessi errori». Saranno panchine infuocate quelle di oggi. Il tecnico Slobodan Kovac dovrà cercare di capire a quale dei suoi schiacciatori dare fiducia, dopo aver cercato inutilmente di tenere a riposo Denys Kaliberda domenica scorsa potrebbe essere proprio l’ucraino-tedesco a tornare titolare in diagonale con Aaron Russell, offrendo le garanzie migliori per quanto concerne la ricezione. Non sono in discussione gli altri ruoli anche se sarò certamente monitorato il rendimento dei centrali Buti e Birarelli che possono contare in caso di necessità su un Alberto Elia che pare attraversare un buon momento. Dall’altra parte della rete, invece, il coach Angelo Lorenzetti non avrà alcun dubbio sul sestetto da schierare, senza la possibilità di schierare l’ex di turno Nemanja Petric, a comporre la coppia di posto-quattro saranno Ervin Ngapeth e Milos Nikic. Una particolare attenzione deve essere riservata anche ai centrali Lucas Saatkamp e Matteo Piano che nelle statistiche di Lega brillano più in attacco che non a muro. Tutto da seguire il duello a distanza tra i palleggiatori Luciano De Cecco e Bruno Mossa De Rezende, considerati tra i migliori interpreti del pianeta in regia che rinnovano anche un antico e sentito derby sudamericano. Il campionato concentra le sue attenzioni su questo big-match, una sorta di partita delle stelle. Due delle prime quattro della classifica si sfidano, lo hanno già fatto per tante volte nelle stagioni passate. Le nemiche saranno pertanto l’un contro l’altra armate per prenotare la miglior posizione di entrata nella griglia play-off. Nel computo complessivo degli scontri diretti sono quattro per parte le vittorie conseguite dagli opposti schieramenti negli otto precedenti, ma l’ultima affermazione dei block-devils risale al gennaio 2014, da allora sono arrivate solo sconfitte. Perugia: De Cecco – Atanasijevic, Buti – Birarelli, Kaliberda – Russell, Giovi (L). Modena: Mossa De Rezende – Vettori, Piano – Saatkamp, Ngapeth – Nikic, Rossini (L). Arbitri: Andrea Puecher (PD) e Gianni Bartolini (FI).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 23, 2016 14:30