Perugia trova lo stop in semifinale col Modena

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 6, 2016 21:30
Fromm Christian (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con lo schiacciatore Christian Fromm (foto Michele Benda)

Termina l’avventura della Sir Safety Conad Perugia nella semifinale di coppa Italia. I block-devils cedono 1-3 di fronte alla capolista della Superlega Dhl Modena e tornano in Umbria con qualche rammarico. Perché, dopo aver vinto con merito il primo set ed aver perso il secondo, nella terza e quarta frazione i ragazzi del presidente Sirci se la sono giocata e nel parziale conclusivo hanno mancato il guizzo, sul 19-17, per portare il match al tie-break. Non è stata sufficiente la buona prova di squadra nella fase di correlazione muro-difesa e l’aver limitato Vettori, una delle tante bocche da fuoco emiliane. A fare la differenza la grande pressione al servizio degli emiliani e gli attacchi della coppia Ngapeth-Saatkamp, nella metà campo bianconera generosa la prova di Atanasijevic. Per Kovac ed i suoi ragazzi, sfumato il primo obiettivo stagionale, è ora il momento di tornare prontamente al Pala-Evangelisti e lavorare per crescere, aspettando anche il rientro di Russell, stasera nuovamente in tribuna per l’infortunio al braccio. Tanti sono gli appuntamenti per i bianconeri, che già mercoledì tornano in campo in Superlega con il match casalingo contro Padova. Da evidenziare infine il solito bellissimo spettacolo dei Sirmaniaci sugli spalti del Forum di Assago. Nonostante la distanza anche stavolta tanti tifosi hanno seguito la squadra colorando con la loro passione una curva dell’impianto meneghino e tributando alla fine ai ragazzi, nonostante la sconfitta, un grande applauso. Formazione tipo per Kovac (che non può disporre di Russell) con capitan Buti al suo posto al centro in coppia con Birarelli. Modena presenta Piano al centro e Petric in posto quattro. Primo break per Modena con due di Saatkamp e l’ace di Ngapeth (1-4). Accorcia Perugia con l’attacco di Kaliberda (4-5). Ancora Kaliberda dopo la difesa di piede di Fromm e poi Atanasijevic dalla seconda linea (7-6). Torna avanti Modena con Vettori (7-8). Kaliberdava ancora a bersaglio in contrattacco e poi il fallo di seconda linea di Petric (10-8). Ace di Piano e parità (10-10). Fromm-Atanasijevic, due ace di Birarelli, muro di Buti e poi attacco punto di Atanasijevic (17-11). Doppietta Saatkamp-Petric (17-13). Ace di Saatkamp (18-15). Muro di Buti (20-16). Atanasijevic da posto quattro e poi ace di Kaliberda e poi contrattacco di Fromm (24-18). Muro di Vettori (24-20). È bianconero il primo set con il punto di Fromm. Punto a punto l’avvio del secondo set con il muro di Buti (4-3). Vantaggio Modena con i muri di Ngapeth e Mossa De Rezende (5-7). Altro muro emiliano, stavolta di Vettori (7-10). Altri due per la Dhl (7-12). Petric in contrattacco (8-14). Atanasijevic dalla seconda linea (10-14). Fuori Kaliberda (10-16). Modena mantiene il vantaggio (16-22). Nikic porta gli emiliani al set-point (16-24). L’errore bianconero riporta la situazione in parità. Primo break della terza frazione con l’ace di Lucas (3-5). Parità con Atanasijevic (5-5). Ace di Vettori (5-7). Muri per Kaliberda e Birarelli (7-7). Vettori e Ngapeth in contrattacco (8-11). Atanasijevic-Fromm (13-14). Birarelli in contrattacco (16-16). Fuori Atanasijevic (16-18). Ace di Piano (17-20). Atanasijevic accorcia (22-23), ma non basta. Ngapeth manda avanti Modena. Si riparte. Buti firma il 5-4. Break Modena con Ngapeth (9-11). Fuori Buti (9-12). Fuori Petric e pallonetto di Kaliberda (15-15). Ancora Kaliberda (16-15). Muro di Atanasijevic (19-17). Fuori Fromm (19-19). Muro di Saatkamp (20-21). Esce Ngapeth (21-24). Fuori il servizio di Buti (22-25). Così a caldo Aleksandar Atanasijevic: «Abbiamo perso contro una squadra che adesso gioca meglio di noi, che difende tanto e che in alcuni momenti fa cose straordinarie. Ci abbiamo provato, abbiamo lottato ma non è bastato. Peccato». Gli fa eco Emanuele Birarelli: «Usciamo a testa alta, ma c’è rammarico perché la coppa Italia era un nostro obiettivo e non ce l’abbiamo fatta. Li abbiamo messi in difficoltà, siamo riusciti a limitare Vettori, che è un loro punto di riferimento. Purtroppo non gli altri due. Credo però che siamo sulla strada giusta, dobbiamo lavorare per fare meglio quelle cose che poi ti fanno vincere contro le grandi squadre».
DHL MODENA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 3-1
(20-25, 25-16, 25-22, 25-22)
MODENA: Ngapeth 22, Saatkamp 18, Vettori 10, Petric 9, Mossa De Rezende 6, Piano 3, Rossini (L), Nikic 1, Bossi, Sighinolfi. N.E. – Donadio, Soli, Casadei, Sartoretti. All. Angelo Lorenzetti e Lorenzo Tubertini.
PERUGIA: Atanasijevic 20, Fromm 12, Kaliberda 12, Birarelli 9, Buti 5, De Cecco, Giovi (L), Fanuli. N.E. – Holt, Dimitrov, Tzioumakas, Elia, Franceschini. All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
Arbitri: Roberto Boris ed Alessandro Tanasi.
Note – Spettatori 9’300, incasso 98’000 euro.
Durata set: 26′, 27′, 30′, 33′.
DHL (b.s. 16, v. 6, muri 10, errori 11).
SIR (b.s. 19, v. 5, muri 9, errori 7).
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 6, 2016 21:30