Serve una grande Perugia giovedì contro Mosca

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 17, 2016 11:00
Holt Samuel (riscaldamento)

Samuel Holt (foto Michele Benda)

Dopo aver raccolto un’altra vittoria in Superlega, il sodalizio Sir Safety Sicoma Perugia si tuffa nuovamente nella Cev Cup. Un giovedì scoppiettante al Pala-Evangelisti che alle ore 20,30 per il sestetto perugino che nel torneo continentale mantiene denominazione leggermente differente e ben più positivo andamento. Tra le mura amiche si disputa la prima delle due gare dei quarti di finale, terz’ultimo ostacolo per conquistare un titolo a cui tiene molto tutto l’ambiente bianconero. Avversaria di turno è la temibile Dinamo Mosca, detentrice del trofeo e seconda in classifica nel proprio campionato con undici vittorie e quattro sconfitte. Un confronto alquanto delicato per i ragazzi del tecnico Slobodan Kovac, che devono fare risultato rotondo per andare poi a giocarsi il passaggio del turno il 2 marzo in trasferta. Vale la pena ricordare che tutti i turni sono composti da gara di andata e di ritorno, in caso di una vittoria per parte con stesso punteggio si disputa il golden set al termine della seconda sfida. Impresa che appare alquanto complessa dato che in questo periodo le prove offerte dai block-devils sono state tutt’altro che convincenti. Ma la fiducia non può mancare perché nelle corde di questa squadra c’è qualità e capacità di poter ottenere un successo. Ancor più difficile è passare il turno, ma per quello ci sarà tempo. Il rientro dello schiacciatore Aaron Russell, pienamente recuperato dopo l’infortunio al braccio destro, fa pensare ad un suo immediato utilizzo tra i titolari. Il talentuoso americano aveva trovato una buona condizione prima dello stop e con lui in campo la squadra sembrava girare meglio. Sarà necessaria però anche una buona prestazione a muro, fondamentale che toglie le sicurezze all’attacco avversario e che risulta spesso ago della bilancia nella pallavolo moderna, e qui sarà capitan Simone Buti al grido ‘non passa lo straniero’ a cercare di neutralizzare le armi nemiche. Tra gli ospiti diretti dall’allenatore Oleg Antonov, trovano spazio alcune delle stelle più lucenti del proprio paese, ma anche una vecchia conoscenza come l’opposto Ivan Zaytsev che proprio a Perugia cominciò la sua carriera sportiva tra i professionisti. Un occhio di riguardo lo merita anche lo schiacciatore Yury Berezhko dotato di buona tecnica e sempre tra i migliori realizzatori della squadra biancoceleste. Tra le note curiose del match non si può non ricordare il duello in famiglia tra due fratelli che si troveranno opposti da una parte e dall’altra della rete, si stratta dei giocatori a stelle e strisce Samuel Holt (Perugia) e Maxwell Philip Holt (Mosca) che per la prima volta saranno avversari. Per gli umbri è questa l’avversaria più temibile delle sette possibili, formazione scesa dalla champions league quale peggior seconda del league round. Le similitudini tra le contendenti sono tante, anche i moscoviti non hanno impressionato sino ad ora, benché dotati di un organico di ottimo livello, infatti, nel mese di febbraio hanno tentennato, nelle ultime tre partite sono incappati in due sconfitte, seppur al tie-break. Perugia: De Cecco – Atanasijevic, Birarelli – Buti, Kaliberda – Russell, Giovi (L). Mosca: Grankin – Zaytsev, Holt – Filippov, Berezhko – Markin, Erbakov (L). Arbitri: Georgios Georgouleas (GRE) e Roy Bensimon (ISR).

Questi gli abbinamenti della challenge round: Perugia (ITA) – Moscow (RUS), Teruel (ESP) – Roeselare (BEL), Sastamala (FIN) – Berlin (GER), Lugano (SUI) – Surgut (RUS).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 17, 2016 11:00