Uno Spoleto maestoso castiga Grottazzolina

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 14, 2016 02:15
Zamagni Matteo (attacco)

Monini Spoleto in attacco col centrale Matteo Zamagni (foto Cristian Sordini)

Nello scontro al vertice della serie B1 maschile la Monini Spoleto offre l’ennesima immensa prestazione casalinga e piega la resistenza della capolista M&G Videx Grottazzolina riducendo la distanza dalla vetta della graduatoria. Un risultato quello della quindicesima giornata stagionale che è stato ottenuto davanti ad un Pala-Rota gremito in ogni ordine di posto e che ha offerto una pallavolo spettacolare per le due blasonate protagoniste che ambiscono al salto di categoria. Uno splendido spot per la pallavolo di quelli che fanno felice lo sponsor oleario, meritevole di aver risvegliato l’interesse degli sportivi in una piazza storica della disciplina. Atmosfera elettrica sin dal riscaldamento con le due tifoserie (circa una cinquantina i supporter ospiti) che sostengono a gran voce i propri colori. Al fischio d’inizio le novità in campo non mancano, i padroni di casa sono privi dell’infortunato Morelli e scendono in campo con Vigilante; stoicamente presenti invece Cavaccini e Bargi (che poi sarà sostituito dall’ottimo Miscione) che sino al giorno prima erano stati colpiti da influenza. Partenza roboante per i padroni di casa che sfruttano l’avvio contratto degli avversari e vanno rapidamente sul 5-1. Vanini chiama in causa spesso i primi tempi ed i suoi centrali non perdonano mantenendo costante il margine (11-7). Tomassetti tenta di rientrare ma Vigilante risolve due palle difficili e supera il tempo tecnico mantenendo il gap inalterato (18-13). È una clamorosa svista arbitrale ad innervosire i biancoverdi che subiscono in ricezione e consentono di cambiare l’inerzia con Vecchi che aggancia (20-20). La contesa si scalda, sul 22-23 Beccaro rileva Vanini ma si avanza spalla a spalla ben oltre i vantaggi, sul 27-28 in campo anche Miscione che prende il muro del controsorpasso (30-29), allo sprint le occasioni sono da ambo le parti ma a spuntarla sono gli ospiti che trovano la chiusura con Vecchi. Alla ripresa Vanini riprende il suo posto ed è con la sua battuta che scrive il 4-0 e sempre lui poco dopo piazza il muro del 9-4. Tomassetti cerca di scuotere i suoi ma il turno di Bertoli dai nove metri consolida il margine (16-10). Le distanze permangono e gli ospiti tentano la carta Pison e Thiaw, ma è tutto inutile perché il pareggio arriva tanto puntuale quanto inevitabile. Nella terza frazione sono sempre i locali a prendere il comando ma stavolta i tre punti di gap sono annullati da un implacabile Vecchi (7-7). Sono le difese di un immenso Cavaccini a far ritrovare coraggio agli spoletini che con tre punti consecutivi tornano a guidare ma dura poco perché il servizio di Hendriks fornisce la spinta per rovesciare (14-16). Garofalo e Dordei danno supporto alla seconda linea facendo rifiatare Bertoli e Segoni ma il divario persiste (20-22). Salgado si mangia il punto del possibile più tre e Spoleto cinicamente ne approfitta per agganciare (22-22). La volata è nuovamente favorevole a Grottazzolina che trova il guizzo del due ad uno. Il quarto periodo comincia con il muro oleario in grande evidenza, quattro francobolli creano la scollatura (9-4). La stanchezza affiora da ambo le parti, ci vogliono più azioni per mettere giù la palla ma i marchigiani non sembrano più lucidi come prima e restano ad inseguire (19-12). Coach Ortenzi effettua diverse sostituzioni ma Segoni (otto colpi vincenti) è imprendibile e rimanda il verdetto. Al tie-break è ancora Segoni a trovare l’allungo con sassate alla battuta (6-3). Le stoccate vincenti e la carica agonistica di Matteo Zamagni (mvp del match con un eloquente 100% in attacco) portano al cambio di campo con una dote di quattro lunghezze e poi è un crescendo di tifo che fa diventare ribollente il Pala-Rota fino al punto che sancisce il trionfo della Monini. Spoleto ottiene la quinta affermazione su sei incontri disputati con Grottazzolina negli ultimi quattro anni, ribadisce la sua forza e la straordinaria abitudine ai grandi appuntamenti, mantiene intatta l’imbattibilità casalinga che dura dal 26 ottobre 2013, unica data funesta dell’impianto di piazza d’Armi che registrò la sconfitta al tie-break con Roma. Un piccolo neo in un fantastico percorso che ha dell’incredibile.
MONINI SPOLETO – M&G VIDEX GROTTAZZOLINA = 3-2
(36-38, 25-16, 23-25, 25-18, 15-9)
SPOLETO: Vigilante 22, Segoni 22, Zamagni 15, Bertoli 13, Vanini 3, Bargi, Cavaccini (L1), Miscione 9, Garofalo, Battistelli, Dordei, Beccaro. N.E. – Lattanzi, Paolini (L2). All. Riccardo Provvedi e Luca Arcangeli Conti.
GROTTAZZOLINA: Vecchi 16, Paris 16, Salgado 13, Tomassetti 11, Hendriks 10, Cecato 4, Gabbanelli (L1), Thiaw 1, Pison, Girolami, Minnoni. N.E. – Brandi (L2). All. Massimiliano Ortenzi e Michele Cruciani.
Note – Spettatori 800.
Durata dei set: 50’, 25’, 35’, 32’, 16’.
Arbitri – Alessandro Noce ed Antonella Verrascina.
MONINI (b.s. 18, v. 3, muri 15, errori 17).
M&G VIDEX (b.s. 20, v. 3, muri 6, errori 20).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 14, 2016 02:15