Perugia chiamata a raccolta per la sfida col Civitanova Marche

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2016 13:00
Vujevic-Birarelli-Kovac-Buti

Goran Vujevic, Emanuele Birarelli, Slobodan Kovac e Simone Buti (foto Michele Benda)

Per capire quanti siano stati i meriti della Sir Safety Conad Perugia, arriva puntuale gara-due della semifinale scudetto. Martedì sera alle ore 20,15 al Pala-Evangelisti gli umbri tentano di portarsi sul due a zero nella serie dei play-off. Diretta televisiva per questo appuntamento su Rai Sport 1 e consueti canali alternativi in streaming su internet e via radio. Ma gli sportivi veri saranno tutti a bordo campo con la caccia al biglietto che è ormai partita da domenica e con il presidente Gino Sirci che ha invitato tutti a vestire di bianco per colorare l’impianto sportivo ed essere ancor più vicini alla squadra. In casa dei block-devils il morale è alto, perché iniziare la serie con una vittoria esterna su un campo mai violato prima, è un’autentica iniezione di entusiasmo. Atmosfera invece agli antipodi per la Lube Cucine Banca Marche Civitanova, la notte di sabato è stata popolata di incubi. Quel che è certo, però, è che adesso i pronostici sono quantomeno più aperti. I marchigiani restano favoriti essendo una squadra di rango, più abituata ai grandi appuntamenti, e soprattutto dotata di un organico assai completo. Il team di coach Gianlorenzo Blengini può permettersi il lusso di tenere in panchina atleti che sarebbero titolari in tutte le altre squadre della Superlega. Mai si era vista una Perugia così determinata e concreta. Ecco perché tutto sommato c’è da essere fiduciosi per questa seconda sfida interna. Civitanova Marche a questo punto non può più sbagliare, l’imminente final four di champions league di certo può distrarla, ma dovrà giocare alla morte per evitare di precipitare in fondo ad un pozzo dove sarebbe difficile risalire. «È mancata la consapevolezza giusta per chiudere la partita al tie-break – commenta Osmany Juantorena –, quando siamo andati avanti di due punti, brava Perugia a fare il break al momento giusto. Ma forse abbiamo perso la partita in altri momenti. Questi sono i play-off. Ora dobbiamo vincere, difendendo e lottando sempre come hanno fatto i nostri avversari. Pur giocando non bene, siamo andati ad un passo dalla vittoria, dobbiamo capire quale è il momento giusto per spingere l’acceleratore. Ripartiamo con la convinzione di fare nostra gara-due». Bicchiere mezzo pieno dunque per il fuoriclasse cubano che gioca da naturalizzato e che è sicuramente il pericolo numero uno da cui guardarsi. In casa bianconera il tecnico Slobodan Kovac fiuta il pericolo di un’avversaria che scenderà in campo col dente avvelenato: «Mi aspetto di trovare dalla parte opposta della rete una formazione caricata e cattiva. Le maggiori difficoltà le abbiamo giocando contro una squadra che può modificare assetto in ogni momento, cambiando giocatori e anche caratteristiche. Siamo riusciti a trovare le strategie giuste anche quando hanno rivoluzionato metà sestetto e questo è stato un nostro punto di forza. Quello che dobbiamo evitare è avere paura ed indecisione, se facciamo errori ma abbiamo convinzione nel nostro gioco e voglia di fare bene non posso lamentarmi. Abbiamo fatto un passo avanti ma ne servono altri due per arrivare alla finale». Detto che la condizione di Aleksandar Atanasijevic è sicuramente ottima e che il serbo sarà marcato alla morte dai civitanovesi, la tattica impone a De Cecco di avere ancor più accortezza nel servire quando è possibile i primi tempi perché anche stavolta al centro della rete sono stati serviti solo quattordici dei novantanove palloni attaccati. È altrettanto certo che ripetere una prova come quella di sabato a muro costituirebbe un bel punto di partenza per togliere iniziativa ai cucinieri che in questo fondamentale hanno dimostrato di essere forti e possono sicuramente fare meglio di quanto hanno fatto nella prima sfida. Ciò che potrebbe pesare nell’economia è però il fatto che i perugini sono riusciti ad infrangere il loro tabù stagionale, e adesso i biancorossi ospiti sanno che non sono più invulnerabili. Probabile starting-six Perugia: De Cecco – Atanasijevic, Buti – Birarelli, Kaliberda – Russell, Giovi (L). All. Slobodan Kovac. Possibile sestetto Civitanova Marche: Christenson – Miljkovic, Podrascanin – Cester, Juantorena – Cebulj, Grebennikov (L). All. Gianlorenzo Blengini.  Arbitri: Sandro La Micela (TN) e Giorgio Gnani (PC).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2016 13:00