Perugia sbianca Civitanova Marche

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 12, 2016 22:46
Buti-Russell (muro)

Sir Safety Conad Perugia a muro con Simone Buti ed Aaron Russell (foto Michele Benda)

Un martedì di competizione che entra di diritto nella storia della Sir Safety Perugia brava a credere sempre nel risultato e a sconfiggere ancora la sua bestia nera nella seconda sfida di semifinale dei play-off. Aumentano le quotazioni dei block-devils al borsino del volley per la corsa allo scudetto, rovesciando tutte le previsioni che sino ad una settimana fa erano state fatte. I Sirmaniaci rispondono presente al richiamo del club, un muro umano bianco parte dalla curva Stefan Vujevic e si diffonde ai circa quattromila che si assiepano sugli spalti, il colore è quello delle magliette indossate dal pubblico perugino che dal primo all’ultimo minuto spinge la squadra verso un solo obiettivo. La Cucine Lube Banca Marche Civitanova è tosta ma in questa post season non c’è nulla di impossibile per gli umbri che si esaltano e battono una rivale che senza ombra di dubbio dispone di un organico assai più completo. In definitiva i ragazzi del presidente Sirci sbiancano la capolista del campionato che ora è tramortita ed agonizzante. I perugini superano i rivali su tutti i fronti, ma è il cuore a fare l’enorme differenza. La condizione fisica dei padroni di casa è eccellente e Kovac conferma i suoi titolari, dalla parte opposta il collega Blengini scende in campo con un assetto leggermente differente dando fiducia a Podrascanin in vece di Stankovic al centro. Una gara comunque combattuta ad armi pari in avvio, per lo meno all’avvio con due muri (saranno poi quattro ma determinanti) che fanno il primo break per i locali e l’attacco di Cebulj (sette colpi vincenti) che consente la reazione ed il capovolgimento di fronte poco prima della interruzione tecnica (10-11). I ‘cucinieri’ fanno un altro minibreak e si portano a più due ma la rincorsa dei padroni di casa viene premiata con l’aggancio sul 20-20, a far mettere il naso avanti ai perugini è poco dopo il muro di Atanasijevic su Miljkovic (23-22). Entra Vitelli che ricambia con la stessa moneta fermando il campione serbo e rovescia (23-24). Dopo aver annullato quattro palle-set, il muro di Buti riporta l’inerzia sui locali e l’errore di Miljkovic consegna il vantaggio a Perugia. Alla ripresa è ancora il muro della Sir a scavare il solco (7-3). I civitanovesi reagiscono ed accorciano ma De Cecco innesta il computer sul programma ‘veloce’ ed i centrali Buti e Birarelli schiantano a terra palloni pesantissimi che scrivono un rassicurante 17-12. Il gioco diventa imprevedibile con Russell e Kaliberda che incidono in pipe e Atanasijevic che risolve le palle difficili senza alcuna titubanza (23-17). Inutili gli ingressi di Kovar, Fei e Stankovic, il poderoso attacco della Sir Safety Conad (60%) è inarrestabile e Kaliberda mette giù la palla del due a zero. La partenza del terzo periodo è ancora migliore (9-4). L’andatura della Sir Safety Conad è impressionante con De Cecco (mvp del match) che è una spanna sopra gli altri e trascina ad un memorabile trionfo.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA = 3-0
(30-28, 25-20, 25-14)
PERUGIA: Atanasijevic 12, Kaliberda 11, Russell 10, Buti 10, Birarelli 9, De Cecco 4, Giovi (L), Elia, Tzioumakas, Fromm. N.E. – Fanuli, Dimitrov, Holt. All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
CIVITANOVA MARCHE: Cebulj 11, Juantorena 9, Podrascanin 6, Miljkovic 6, Christenson 3, Cester 2, Grebennikov (L), Fei 7, Vitelli 4, Stankovic 2, Priddy, Corvetta, Kovar. N.E. – Parodi. All. Gianlorenzo Blengini e Giancarlo D’Amico.
NOTE – Spettatori 3’985.
Durata dei set: 42’, 29’, 21’.
Arbitri – Sandro La Micela (TN) e Giorgio Gnani (PC).
SIR SAFETY CONAD (b.s. 7, v. 3, muri 10, errori 5).
LUBE BANCA MARCHE (b.s. 15, v. 1, muri 5, errori 9).








Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 12, 2016 22:46