Perugia scrive la storia e cancella Civitanova Marche

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 24, 2016 19:47
Atanasijevic-Buti-Russell (muro)

Sir Safety Conad Perugia a muro con Aleksandar Atanasijevic, Simone Buti ed Aaron Russell (foto Michele Benda)

“Un giorno all’improvviso, m’innamorai di te, il cuore mi batteva, non chiedermi perché”. Il coro dei Sirmaniaci ha spinto la Sir Safety Conad Perugia in una partita ricca di emozioni. È arrivato il punto della vittoria al Pala-Evangelisti in una gara-quattro vibrante contro la fenomenale Cucine Lube Banca Marche Civitanova che però anche stavolta è costretta a cedere. Un successo che vale oro perché significa approdo alla champions league per la seconda volta nella storia del club. Et voila! I block-devils ripetono la sontuosa prestazione di gara-due, si confermano squadra robusta, sia sul piano del gioco, sia per quanto riguarda il carattere. Nel quarto set ce ne vuole davvero tanto per crederci ancora e la squadra bianconera è davvero straordinaria sotto questo punto di vista. In capo a una partita che la vede due volte sotto e due volte capace di rimontare, la Sir trova infatti il guizzo per vincere una partita sofferta, difficile, contro una rivale trascinata da un inesauribile Juantorena. E adesso si può affrontare l’epilogo di questi play-off scudetto con uno stato d’animo ben diverso da quello con cui erano stata approcciata la post season. L’avvio del match è esplosivo. Juantorena conquista subito un break di vantaggio ma Atanasijevic lo annulla (4-4). La seconda accelerazione avviene sul servizio di Priddy che mette in difficoltà la ricezione e produce un più tre ma anche stavolta i padroni di casa rimettono in asse (8-8). I block-devils continuano a faticare però e regalano quattro punti consecutivi al tempo tecnico. La tensione è grande e si ravvisa bene poco dopo, con video-check e contro video-check che assegna il punto prima agli ospiti e poi agli umbri (9-14). Anche i cinque punti di ritardo sono recuperati e si torna in parità sul 14-14. Miljkovic rileva Fei, ma è il turno di battuta di Russell a scavare il solco (21-16). Entra anche Cebulj e Vitelli ma ormai non c’è più nulla da fare. Alla ripresa la partenza dei bianconeri è decisa con Russell che riprende da dove aveva lasciato (7-3). De Cecco serve con una certa regolarità i centrali che non sbagliano un colpo e sul muro, specie quelli di Birarelli, che cresce di livello il divario si fa pesante (14-6). Blengini getta nella mischia ancora Cebulj e Miljkovic il tentativo di reazione marchigiano è scomposto ma produce qualcosa di buono (15-11). Perugia regala qualcosa di troppo ed i due nuovi entrati rovesciano, rispettivamente con un attacco ed un ace (16-17). A togliere le castagne dal fuoco ci pensa Atanasijevic che infila la tripletta e torna ad infiammare il palasport (22-19). Ma non è finita perché le strepitose difese di Grebennikov danno nuova linfa agli ospiti che annullano una palla-set ma poi si arrendono sull’affondo di Russell che sigla il raddoppio. Nel terzo parziale un Kaliberda tuttofare salva palloni a ripetizione in seconda linea e poi chiude palloni scottanti a rete (6-3). I cucinieri le tentano tutte e così spazio anche a Podrascanin che rileva Stankovic sull’11-7. I civitanovesi non azzeccano un servizio, ne finiscono in rete diversi, agevolando di fatto l’allungo perugino (18-12). Giovi è onnipresente e rende difficile mettere palla a terra ai rivali che si affidano al muro per tornare a far sentire il fiato sul collo (19-18). Il pareggio arriva sull’ace di Juantorena che annulla anche una palla-match, Cebulj ne annulla una seconda e poi arriva l’errore di Miljkovic che scatena il pandemonio sugli spalti. Festa grande fino a tardi. Perugia è in finale. Perugia è in champions league.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA = 3-0
(25-20, 25-23, 27-25)
PERUGIA: Russell 19, Atanasijevic 15, Kaliberda 9, Birarelli 6, Buti 5, De Cecco 2, Giovi (L), Elia, Fromm, Dimitrov. N.E. – Tzioumakas, Fanuli, Holt. All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
CIVITANOVA MARCHE: Juantorena 11, Cester 6, Stankovic 5, Fei 3, Christenson 3, Priddy 1, Grebennikov (L), Miljkovic 11, Cebulj 7, Podrascanin 2, Vitelli. N.E. – Corvetta, Kovar. All. Gianlorenzo Blengini e Giancarlo D’Amico.
NOTE – Spettatori 4’880.
Durata dei set: 29’, 31’, 34’.
Arbitri – Matteo Cipolla (PA) e Gianni Bartolini (FI).
SIR SAFETY CONAD (b.s. 13, v. 6, muri 6, errori 6).
LUBE BANCA MARCHE (b.s. 14, v. 4, muri 7, errori 7).






Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 24, 2016 19:47