Libertas Perugia irrefrenabile, anche Foligno va giù

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 17, 2016 09:00
Staffa Costanza (muro)

Libertas Perugia a muro con Costanza Staffa

Final lap. È apparso il cartello dell’ultimo giro nel ‘Gran Premio’ del campionato di serie D femminile per la Libertas Perugia, che vincendo lo scontro diretto contro la Termo Idraulica Zaroli Foligno, ha dato uno strappo quasi decisivo alla classifica; a due giornate dal termine dei play-off infatti, manca una sola vittoria (anche al tie-break) per la matematica certezza della promozione alle ragazze biancocelesti, che proveranno a chiudere i conti già nella prossima trasferta contro Orvieto, formazione pronta a giocarsi il tutto per tutto per inseguire in extremis il primo posto. Il penultimo impegno stagionale alla palestra Galilei vede in avvio la buona partenza delle padrone di casa, a segno anche con un appoggio di Pippi, che manda in confusione la seconda linea avversaria (5-2); Foligno è particolarmente incisiva dai nove metri e si riavvicina con gli ace di Fanali e Pacilio, impattando con l’affondo firmato proprio da quest’ultima (9-9). Dall’altra parte però il turno al servizio di Cintia (due battute vincenti) segna il nuovo strappo (17-11); nel finale il muro di Erica Gaudenzi ridà speranza alle ospiti (22-20) ma sono poi due errori folignati a chiudere i conti e comandare il cambio campo. Botta e risposta alla ripresa delle ostilità (9-9), poi è Adriani a mettere la freccia (11-14); le battute di Monti (una vincente) ed il muro di Travaglini ribaltano il risultato (17-15), Cintia dilata il gap (22-19), aprendo la strada a Malucelli che si guadagna tre set-point (24-21). Sembra fatta per le perugine, ma Pacilio ed il muro di Adriani ridanno fiato alla tifoseria ospite, rendendo di nuovo incerto l’esito della frazione (24-24); è ancora Malucelli ad offrire alle compagne un’altra opportunità di chiusura (25-24), che stavolta Monti non si lascia sfuggire, firmando il punto del raddoppio. Nella terza frazione Foligno riparte a testa bassa con l’ace di Formica (1-5), allungando grazie anche ad alcune indecisioni locali (3-8); coach Picchio getta nella mischia Cibruscola per Malucelli in posto-due, ma Mariucci continua a premere sull’acceleratore (9-12). Il quinto ace personale di Cintia riporta sotto la Libertas (11-12), che torna a mettere il naso davanti con il turno al servizio di Lanfaloni, allungando con l’attacco di Cibruscola ben imbeccata da Santioni (16-13); le ospiti perdono progressivamente fiducia e con 6 errori-punto consecutivi offrono alla formazione di Picchio una lunga serie di match-point (24-16); i due ace consecutivi di Mazzoni sono l’ultimo sussulto folignate (24-20), poi è Cintia a rompere gli indugi e a far scorrere i titoli di coda. Come detto, servirà ancora uno sforzo alle perugine per raggiungere il traguardo tanto sognato per tutta la stagione; sabato 21 maggio le biancocelesti cercheranno il decisivo pass nella trasferta di Orvieto, con l’obiettivo di vincere anche la sfida contro la matematica e festeggiare così in anticipo la promozione.
LIBERTAS PERUGIA – TERMO IDRAULICA ZAROLI FOLIGNO = 3-0
(25-21, 26-24, 25-20)
PERUGIA: Cintia 12, Monti 10, Travaglini 10, Malucelli 3, Lanfaloni, Santioni, Pippi (L1), Cibruscola 2, Fora, Staffa, Ciucarelli, Messineo, Macioni (L2). All. Simone Picchio.
FOLIGNO: Adriani 10, Gaudenzi Er. 8, Pacilio 8, Olivieri 3, Fanali 1, Gaudenzi El., Ludovico (L), Formica 4, Mariucci 4, Mazzoni 2, Contilli, Tommasini. All. Massimo Loreti.
Arbitro: Fabio Moretti.
LIBERTAS (b.s. 7, v. 7, muri 3, errori 18).
ZAROLI (b.s. 8, v. 6, muri 3, errori 30).
(fonte Libertas Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 17, 2016 09:00