Pala-Evangelisti in attesa di accordi concreti

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 16, 2016 11:15
Pala-Evangelisti (interno)

una visuale d’insieme del Pala-Evangelisti

In sostegno alla Sir Safety Conad Perugia arrivano tante personalità politiche preoccupate da un possibile trasferimento della squadra in altra città. Sulla questione le voci si sono moltiplicate, con il presidente Gino Sirci che ha fatto sapere di avere offerte non solo da Firenze ma anche da Palermo e Montichiari. Poco importa quanto gli approcci siano reali o quanto siano frutto di una precisa strategia per sensibilizzare le istituzioni locali, è chiaro che un trasloco di questo tipo non sarebbe auspicabile nemmeno dallo stesso club che dovrebbe ricominciare tutto da capo. Ma la memoria dell’addio del Perugia Volley che nel 2009 se ne andò a San Giustino è fresca ed anche allora nessuno credeva possibile una scelta del genere. È altrettanto certo che dalla politica oltre a parole di circostanza, ma forse sarebbe meglio dire di convenienza, non sono mai arrivati aiuti concreti. Nemmeno negli anni scorsi, quando le amministrazioni disponevano di fondi molto più sostanziosi di oggi. D’altra parte è anche vero che le realtà del recente passato come Cuneo che era sponsorizzata dalla Regione Piemonte sono sempre state mosche bianche e comunque sappiamo come è andata a finire. Il braccio di ferro, insomma, serve probabilmente soprattutto a definire dei rapporti che non sono mai stati ben chiariti né da contratti, né da buon senso. I tariffari comunali per l’utilizzo degli impianti sportivi sono stati elaborati sulla base di una componente fissa (382 euro di affitto per una partita) che è sicuramente poca cosa e non copre nemmeno le spese vive (riscaldamento, acqua e pulizie), mentre la componente variabile diventa molto onerosa se parametrata agli incassi di una squadra professionistica (5%). Sulla gestione degli spazi pubblicitari poi c’è da trovare un accordo che non pare essere stato mai definito da alcun patto. Insomma, c’è sicuramente il bisogno di rivedere alcuni aspetti convenzionali che creano malcontento da parte del club. Va da sé che qualsiasi tariffa debba tenere conto dei servizi di cui si può usufruire nella struttura, e qui nascono i dolori perché le disfunzioni del Pala-Evangelisti non sono poche. Una squadra che gioca ad alti livelli, sia in campo nazionale che internazionale deve sottostare a degli obblighi organizzativi che sono sempre stati risolti con soluzioni provvisorie, vedi sala stampa, area ospitalità e sala medica, contribuendo a complicare la gestione logistica. Per non parlare degli spogliatoi e dei servizi igienici. Sarebbe auspicabile che per questi aspetti si trovino dei rimedi definitivi. Nel frattempo l’incontro con l’assessore allo sport Emanuele Prisco (Comune Perugia) e con il delegato alla gestione Alessandro Catani (Kronogest), è slittato a domani.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 16, 2016 11:15