Perugia rispedita a casa col corriere di Modena

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 1, 2016 20:45
Birarelli Emanuele (attacca)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con Emanuele Birarelli (foto Michele Benda)

In una serie di cinque partite, perdere la prima gara in trasferta non è fondamentale. La Sir Safety Conad Perugia vista al Pala-Panini ha dimostrato di crederci, ma contro una rivale come la Dhl Modena a cui è andato tutto bene non è stato possibile. Un prodigio che era riuscito nelle precedenti serie dei quarti contro Verona e delle semifinali contro Civitanova Marche, ma non stavolta. I block-devils sono riusciti a cominciare bene ma durante il corso del match non sono stati capaci di contenere il ritorno dei canarini che hanno inciso soprattutto dai nove metri dove si è evidenziata una certa differenza. Appannata in ricezione, poco incisiva in battuta e anche a muro, troppo poco per riuscire a prevalere. Gli umbri iniziano la partita con più cattiveria mentre gli emiliani sono un po’ sbadati e commettono qualche errore di troppo. Dopo pochi scambi gli ospiti prendono un buon margine grazie ad un De Cecco strepitoso che gioca ogni pallone con precisione scientifica (5-8). La ricezione modenese accusa qualche passaggio a vuoto e la forbice si allarga (7-12). Il time-out tecnico arriva puntuale ad interrompere la fuga e serve a restituire serenità ai gialloblu che cominciano ad osare di più e con Saatkamp al servizio, anche tre ace per il centrale brasiliano, indovinano la serie che rovescia (16-13). Le parti s’invertono diametralmente rispetto all’avvio di gara con i perugini che subiscono sette ace e crollano lasciando il vantaggio ai padroni di casa. Alla ripresa le due squadre cominciano alla pari ma poi il regista Mossa de Rezende chiama in causa i micidiali attacchi di Ngapeth e Vettori che causano la scollatura (12-7). Atanasijevic continua a martellare ogni palla ma la rimonta non riesce e il nervosismo fa scappare qualche parola di troppo a Kovac che viene sanzionato con un cartellino rosso (20-15). Tutto facile per i gialloblu che vanno a raddoppiare senza problemi sfruttando i nove errori rivali. Nella terza frazione partono meglio i perugini che mettono sotto i locali (3-6). La reazione è immediata e anche qualche colpo fortunato aiuta i padroni di casa che mantengono il fiato sul collo (10-11). A far cambiare il punteggio sul tabellone è Petric (ex di turno) che non sbaglia un colpo e dalla seconda linea diventa un ariete (18-16). Perugia non demorde e con pazienza trova l’aggancio sull’errore di Bossi (21-21). La Dhl arriva a gestire un match-point, il neo entrato Sens Thiago lo sbaglia, la seconda opportunità è una decisione errata degli arbitri che assegnano invasione a De Cecco invece che a Petric ma il punto viene ripetuto nonostante la chiarezza del video-check, la terza è un ace di Saatkamp che chiude.
DHL MODENA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 3-0
(25-19, 25-17, 27-25)
MODENA: Ngapeth 14, Saatkamp 11, Vettori 10, Petric 9, Bossi 6, Mossa de Rezende 5, Rossini (L1), Sartoretti 1, Sens Thiago. N.E. – Nikic, Casadei, Sighinolfi, Soli, Donadio (L2). All. Angelo Lorenzetti e Lorenzo Tubertini.
PERUGIA: Atanasijevic 15, Kaliberda 10, Russell 7, Birarelli 4, De Cecco 4, Buti 3, Giovi (L), Dimitrov, Elia, Fromm, Tzioumakas. N.E. – Fanuli, Holt. All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
Note – Spettatori 5’054 Incasso 68’688 euro.
Durata dei set: 26’, 29’, 38’.
Arbitri – Sandro La Micela (TN) ed Omero Satanassi (RA).
DHL (b.s. 11, v. 14, muri 5, errori 9).
SIR (b.s. 12, v. 4, muri 6, errori 9).




Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 1, 2016 20:45