Slobodan Kovac: «Resto a Perugia con l’ambizione di vincere»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 10, 2016 16:15
Kovac-Vujevic

slobodan Kovac e Goran Vujevic (foto Michele Benda)

La conferenza stampa della Sir Safety Conad Perugia ha distolto questa mattina per un attimo la stampa dalle polemiche delle ultime ore riguardanti il palasport concentrando le attenzioni sul discorso tecnico. È stato l’allenatore dei block-devils a rispondere ai giornalisti presenti ed in diretta streaming sul web ai tifosi in collegamento sulla pagina facebook. Un analisi lucida e amara quella di Slobodan Kovac visto l’amaro epilogo del campionato: «Dopo una sconfitta uno sportivo non può essere contento. Mi spiace tanto per come è finita domenica, si poteva allungare la serie della finale. Abbiamo tante cose su cui recriminare per come abbiamo perso gara-due e gara-tre della finale scudetto. Avevamo in entrambe le partite l’occasione di chiudere ma siamo stati dei polli. Peccato perché sarebbe bastato fare poco di più. Mi aspettavo qualcosa di diverso rispetto alla finale di due anni fa perché questa squadra è più forte, ma dico brava a Modena perché ha giocato meglio di noi. Bisogna ricordare che il mio arrivo a metà stagione non è stato facile, quando una squadra gioca due gare alla settimana ed affronta trasferte molto lunghe e faticose, non c’è molto tempo per lavorare e per ottenere i risultati ci vuole tempo. Credo che la squadra sia cresciuta e nei play-off abbia fatto vedere ottime cose ma è altrettanto certo che qualche elemento in più sarebbe stato utile perché siamo arrivati un po’ col fiato corto. A mio modo di vedere la squadra del prossimo anno sarà da rinforzare mantenendo l’ossatura di questo anno, non si deve fare l’errore di stravolgere tutto come fu fatto dopo la finale di due anni fa. Zaytsev è uno dei giocatori su cui punta la società sportiva perché ha un carattere forte, ha personalità, insomma è un vincente. Non sarà un ricevitore puro ma ci sono pochi top player con caratteristiche tali al mondo e con la concorrenza dei club di Russia e Cina non è facile competere economicamente, le loro offerte sono da capogiro. Un campione come Zaytsev se cambia ruolo può essere sempre uno che fa la differenza. Il presidente è ambizioso e anche io lo sono. Sulla questione trasferimento della squadra non voglio neanche pensarci, questa è la squadra di Perugia e deve rimanerci, disperdere un patrimonio come i Sirmaniaci sarebbe un delitto. La dirigenza parlerà con gli organi istituzionali per risolvere al meglio le problematiche esistenti al palasport ma io mi sono sempre adeguato alle situazioni e sono abituato a non prendere scuse».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 10, 2016 16:15