A Perugia crescono gli abbonati ma il palasport resta un buco nero

Pianeta Volley
By Pianeta Volley agosto 28, 2016 20:00
Pala-Evangelisti (curva San Marco)

la curva nord ‘San Marco’ capace di aumentare la capienza degli spettatori al Pala-Evangelisti

Procede spedita la campagna abbonamenti della Sir Safety Conad Perugia che punta a ritoccare il nuovo record di tessere stagionali. La grande campagna acquisti portata avanti dalla dirigenza sta sortendo il suo effetto e gli sportivi dimostrano di apprezzare l’impegno del club bianconero. Non era difficile immaginare che due personaggi catalizzatori come Atanasijevic e Zaytsev insieme avrebbero sortito benefici effetti per il numero delle presenze al palazzetto. Lo testimonia il presidente Gino Sirci: «Oltre all’effetto Zaytsev, c’è l’effetto Olimpiade. Stiamo vendendo il doppio degli abbonamenti rispetto alla passata stagione, nel secondo anello siamo già oltre quota cinquecento. L’anno scorso avevamo milleduecento abbonati ma non è difficile prevedere di arrivare attorno ai duemila». Un aumento che era facilmente ipotizzabile e che fa aumentare l’ira del numero uno dei block-devils per l’assenza della quarta tribuna. «È vero che hanno fatto la delibera per iniziare i lavori ma tutto è in stallo. Prima hanno detto facciamo la tribuna retrattile perché non possiamo rinunciare ai concerti, spendendo quattro volte di più in un contesto dove non ci sono i soldi, poi hanno detto che devono fare una gara d’appalto e quindi fino a gennaio non se ne parla. Allora abbiamo chiesto di montare la curva fissa per questo periodo ed abbiamo parlato con la School Volley Perugia che, in nome dell’amore per la pallavolo, in questo periodo troverebbe uno spazio alternativo per allenarsi con le proprie squadre giovanili, ma neppure questo basta per darsi da fare. Ho la sensazione che ci sia un timore di fondo, quello che la pallavolo a Perugia spodesti il calcio. Prisco dice che non si può montare la quarta tribuna ma senza asserire alcuna motivazione plausibile, ed intanto abbiamo un palazzetto monco. Non è possibile che la quarta tribuna non ci sia all’inizio del campionato, si deve avere la volontà di cercarla altrimenti è logico che non si trova. Questo è quello che sta accadendo ed è una cosa che fa disonore allo sport e alla città di Perugia. Non siamo in una situazione normale, la normalità era quando esisteva la curva nord, ossia circa trenta anni fa». Ma è l’atteggiamento poco chiaro dell’amministrazione a rendere ancor più intollerabile la situazione per il primo tifoso dei bianconeri. «Kronogest era decisa ad andare via ma ora forse ha cambiato idea poiché alla tribuna ci penserebbe l’amministrazione comunale. Ad ulteriore conferma c’è la notizia che la cooperativa servizi associati è stata coinvolta e si era resa disponibile per subentrare a Kronogest ma ora è stata fermata. Inoltre, avevano detto che mettevano i seggiolini su tutte le gradinate e noi abbiamo venduto gli abbonamenti su questa indicazione, adesso emerge che invece non spenderanno soldi per rendere più organico il palasport e migliorare le sedute. Le uniche cose che saranno fatte sono bagni, spogliatoi e area hospitality. Sono scontento e deluso perché non vedo metterci un minimo di passione da chi si dovrebbe occupare della cosa pubblica». In tutto ciò la società sportiva sta organizzando una conferenza stampa per martedì dove farà sentire la sua voce alla stampa.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley agosto 28, 2016 20:00