Emanuele Prisco: «Perugia merita la buona pallavolo»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley agosto 31, 2016 18:30
Prisco-Sirci

Emanuele Prisco e Gino Sirci (foto Michele Benda)

Non cessano le polemiche per il palasport Giuseppe Evangelisti che ha visto martedì sollevare una ulteriore protesta per la mancanza di acqua nelle docce degli atleti. La Sir Safety Conad Perugia è in attesa di sviluppi sulla questione ristrutturazione ed ammodernamento dell’impianto sportivo di Pian di Massiano, ma intanto ha annullato la conferenza stampa nella quale aveva fatto capire di volerci andare giù in maniera molto pesante. Il presidente Gino Sirci (nella foto) è deciso a risolvere alla sua maniera la cosa e non vuole più Kronogest come gestore ma pare sia stata la telefonata diretta del sindaco perugino Andrea Romizi a bloccare l’ennesima pubblica esternazione. A questo punto è ipotizzabile che la garanzia ricevuta sia quella del montaggio della quarta tribuna in tempi brevi, oppure quella del cambio di gestore degli impianti sportivi che fino ad ora è stato difeso dall’assessore allo sport Emanuele Prisco che ha risposto ad un’interrogazione del Pd in consiglio comunale: «La questione palasport si trascina ormai da tempo, ossia da ben prima dell’insediamento dell’attuale giunta; è da decenni, infatti, che la struttura ha una natura polisportiva e polifunzionale, accogliendo sia società di livello internazionale, sia altre attività sportive comunque di rilievo. Questo connubio rende complessa la progettazione di un impianto perfettamente polifunzionale. Non a caso diversi anni fa, durante una delle legislature governate dal centro-sinistra, si decise di smontare la tribuna nord proprio con l’obiettivo di consentire lo svolgimento di altre attività nello spazio retrostante. La Sir Safety Conad potrà continuare ad essere la squadra della città, una squadra che, dunque, grazie ai suoi risultati potrà dare lustro a Perugia». Quanto alle problematiche tra la società di volley e il gestore del palazzetto, Prisco ha ribadito quanto già affermato. «Il compito dell’amministrazione sarà quello di lavorare affinché i contrasti possano essere superati quanto prima per la reciproca soddisfazione». Queste dichiarazioni sono state commentate dal consigliere comunale Leonardo Miccioni (Pd) cha ha ribadito: «Rinnovo dubbi e perplessità in merito alla conduzione del gestore del Pala-Evangelisti. Continuerò a seguire con attenzione l’evolversi della vicenda, verificando se le rinnovate promesse odierne si trasformeranno in azioni concrete». Dall’amministrazione municipale si lascia intendere che ad ottobre la nuova curva ci sarà. Non quella retrattile, quanto piuttosto la struttura che è stata usata in altre importanti occasioni come la finali dei play-off. Questo significa che in quel mese andranno trovate soluzioni diverse per le altre società sportive che svolgono attività; soluzioni che Comune, Kronogest e Sir stanno concordando. Poi appunto entro novembre le cose dovrebbero tornare alla normalità con l’arrivo della tribuna retrattile. Il contratto tra il gestore (Kronogest) e la società di pallavolo (Sir) non è stato ancora firmato, e l’accordo è ancora lontano dall’essere raggiunto. Le parti devono superare vecchie ruggini, le frizioni estive indicano che l’intesa è difficile. Ora sono attese però repliche da School Volley Perugia che in quella porzione di palasport che dovrebbe essere occupata dalla curva svolge attività settimanale dalle ore 15 alle ore 21 tutti i giorni e che non accetterebbe di buon grado il fatto di essere sfrattata, neppure per un breve periodo.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley agosto 31, 2016 18:30