Aaron Russell: «Con Perugia cresco ogni giorno»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 14, 2016 12:00
Russell Aaron

Aaron Russell (foto Michele Benda)

La Sir Safety Conad Perugia non ha mai vinto le prime tre partite consecutive che aprono il campionato, c’è quindi un altro tabù da sfatare in vista. I block-devils sono a caccia del tris in un avvio di campionato che non è stato privo di qualche difficoltà. Per cercare di centrare il proposito lo staff tecnico si sta concentrando sulla rivale Sora matricola che dovrà essere affrontata domenica in trasferta. Dopo la vittoria della serie A2 maschile i laziali sono approdati alla superlega accompagnati da un enorme carico di entusiasmo, la tifoseria ha risposto presente alla prima gara casalinga registrando il tutto esaurito (1’700 spettatori) e non sarà da meno contro una squadra big come quella bianconera. Tra loro ci saranno anche trecento supporter umbri, a cui sarà riservata la curva nord. A questo proposito il presidente Gino Sirci ha detto nei giorni scorsi: «Ci metteremo il cuore e tutta la passione di cui siamo capaci». Ancora una partita in cui gli umbri sono favoriti dal pronostico ma che non devono assolutamente prendere sotto gamba come dimostrano le prime due giornate. La coppia di allenatori Kovac-Fontana sta cercando di oliare i meccanismi di squadra tenendo ben presente degli alti e bassi di forma fisica che i loro giocatori stanno subendo, specie quelli che sono stati impegnati durante tutta l’estate arrivando a culminare la loro condizione alle Olimpiadi di Rio. Lo schiacciatore statunitense Aaron Russell però, autore di due ottime prestazioni, sembra fare eccezione: «All’inizio della stagione non si può essere a1 meglio ma sono contento del mio rendimento, mi concentro comunque sugli aspetti in cui devo migliorare, per esempio battuta e ricezione. L’anno scorso ero partito titubante mentre ora ho maggiori responsabilità e so che in questo fondamentale devo dare molto alla squadra. La nostra partenza è stata buona ma non possiamo accontentarci siamo chiamati a dimostrare ogni volta di meritare il ruolo di protagonista attesa. Giocare al fianco di compagni di alto livello è importante, si può imparare qualcosa ad ogni allenamento».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 14, 2016 12:00