Andrea Bari: «È una Perugia di alto potenziale»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 7, 2016 17:30
Bari Andrea (esulta)

Andrea Bari (foto Michele Benda)

La gara d’esordio casalinga della superlega maschile è alle porte per la Sir Safety Conad Perugia. Domenica si comincia e la compagine dei block-devils è pronta a vivere il clima di festa che si prospetta osservando la tifoseria organizzata che ha ricordato a tutti di indossare una maglietta bianca per creare un colpo d’occhio eccezionale anche dagli spalti. Lo spettacolo non mancherà di certo con il presidente Gino Sirci che si aspetta di vedere già le gradinate piene, avendo vinto la sua personalissima battaglia con gestore ed amministrazione comunale. Sarà montata nelle prossime ore infatti la tribuna che occupa la curva nord e che dunque aumenterà di fatto la capacità dell’impianto sportivo. Un ampliamento che magari non servirà per il match contro Padova ma che senza dubbio sarà utile il primo novembre con la sfida al Modena. Oggi il club bianconero ha rinnovato l’appuntamento con la conferenza stampa prepartita dove c’erano l’allenatore Kovac ed il libero Bari. I rappresentati della squadra hanno parlato alla vigilia della seconda giornata di campionato mostrandosi ottimisti. Ad aprire la riunione è stato il tecnico Slobodan Kovac che ha detto: «Non mi aspetto una gara semplice, basta il risultato dell’esordio per consigliarci di rimanere concentrati. Padova ha vinto con Ravenna che ci aveva battuto in amichevole. C’è grande entusiasmo in città e grandi aspettative, logicamente un po’ di pressione sopra le nostre spalle la sentiamo, d’altra parte questa è una squadra che ho scelto io e se vuoi la bicicletta devi poi pedalare. Ci sono oltre duemila abbonati e ci sono stelle importanti della pallavolo mondiale nella nostra squadra e dunque saranno in tanti a volerci seguire. Ci siamo allenati focalizzando l’attenzione sulla fase di cambio-palla che sappiamo essere molto delicata per noi. Anche nel contrattacco non abbiamo avuto grandi percentuali domenica scorsa ma è un’arma che dobbiamo sfruttare. I veneti hanno tanta qualità e dunque dobbiamo essere noi a fare il nostro meglio». Da parte sua il libero Andrea Bari ha rimarcato l’importanza di avere un grande gruppo: «Nell’esordio sapevamo che sarebbe stata tosta, temevamo Piacenza che ha giocatori molto bravi e che giocava in casa, sicuramente non abbiamo giocato benissimo però dobbiamo essere contenti di quello che abbiamo fatto, durante il match che è stato molto combattuto, abbiamo avuto sempre la sensazione di poter prevalere, cosa che poi si è verificata in due set su tre, abbiamo la consapevolezza che a livello individuale abbiamo giocatori capaci di fare la differenza in ogni momento. Non so se sono un punto di riferimento per i compagni, spero di fare la mia parte e di certo nella linea di ricezione ci stiamo ancora conoscendo, c’è anche la difficoltà della lingua con Russell e Berger ma siamo tutti professionisti e remiamo tutti dalla stessa parte».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 7, 2016 17:30