Dore Della Lunga: «Perugia col coltello tra i denti a Trento»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 27, 2016 15:30
Della Lunga Dore (pensieroso)

Dore Della Lunga (foto Michele Benda)

Prosegue il conto alla rovescia verso il primo big match della stagione per la Sir Safety Conad Perugia. Ultime sedute tecniche e fisiche al Pala-Evangelisti per gli uomini del tecnico Kovac che domani viaggeranno verso Trento dove sabato pomeriggio (inizio ore 18,15, diretta Rai Sport 1) affronteranno i padroni di casa, freschi di medaglia di bronzo al recente mondiale per club. Il trittico di fuoco con Modena e Civitanova Marche poi in rapida successione, parte dunque dalla sfida alla formazione di coach Lorenzetti in uno dei palazzetti più difficili di tutto lo Stivale e dove Trento in questi anni ha costruito gran parte delle sue fortune. Fortune alle quali hanno contribuito ovviamente la bontà e la qualità di una squadra che anche quest’anno è una delle candidate per le primissime piazze. I block-devils, reduci da cinque successi di fila, si preparano lavorando duro e con concentrazione sulla fase break, sul servizio e sulla gestione dei colpi d’attacco con palla scontata. Lo staff tecnico sta predisponendo le alchimie tattiche da contrapporre all’avversario e c’è da scommettere che sabato si vedrà una Perugia determinata e pronta a dare battaglia. È Dore Della Lunga a dar voce al pensiero del gruppo bianconero: «Trento è un avversario di altissimo livello, come ha dimostrato anche nel recente mondiale per club. Noi però, a prescindere da quello che si sente in giro, dobbiamo continuare a vincere. Forse non basteranno le ultime prestazioni, ci vorrà qualcosa in più, però quello che mi interessa e che interessa a tutti noi è continuare a vincere. Ci proveremo in tutti i modi possibili, in questo momento probabilmente non stiamo offrendo la nostra miglior pallavolo, ma è anche vero che vincere non giocando benissimo spesso è un pregio. Ci attendono tre partite difficili in fila che ci daranno il termometro del nostro stato. Adesso pensiamo solo alla prima, anzi al primo set della prima partita. Ci prepariamo al massimo e poi vediamo cosa dice il campo». Per il giocatore marchigiano (così come per Birarelli e Bari entrambi protagonisti in Trentino per otto stagioni) sarà un ritorno da ex dopo sei anni vissuti coi settentrionali. «Tornare a Trento è sempre un piacere, per me e credo sicuramente anche per Birarelli e Bari. Per me personalmente sono stati i primi anni lontano da casa e conservo tanti ricordi belli e naturalmente anche qualcuno meno, però sicuramente è stata finora la mia esperienza pallavolistica più intensa e lunga. È ormai il quinto anno che ritorno da avversario, quindi la sensazione forte del primo anno è passata. Resta come sempre una partita molto difficile contro una squadra molto forte. Con Perugia tre anni fa e con Ravenna l’anno scorso sono riuscito anche a vincere là ed è sempre un gran risultato violare il Pala-Trento. Speriamo di ripeterci sabato sera».
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 27, 2016 15:30