La Libertas Perugia si arena in Alto Tevere

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 31, 2016 11:15
Santioni Federica (alza)

Libertas Perugia in azione con la palleggiatrice Federica Santioni che imposta la manovra

Resta a secco la Libertas Perugia, che nella terza giornata del campionato di serie C femminile esce a mani vuote dal Pala-Ioan contro la Città di Castello Pallavolo; partita dai due volti delle perugine, che hanno dimostrato per buona parte della gara di poter impensierire una delle squadre più attrezzate al salto di categoria, prima del crollo verticale del quarto set, in cui i sedici errori punto hanno inevitabilmente servito alle avversarie su un piatto d’argento l’intera posta. Botta e risposta nelle fasi iniziali (11-11), poi il muro di Cibruscola segna il primo break (11-14); l’ace di Polidori accorcia lo strappo (15-16), che Mancini ricuce definitivamente (17-17); ci si attende un finale in volata, ma è Cintia (sei volte a referto) a salire in cattedra ed a trascinare le compagne (19-24), mettendo a segno anche l’ultimo decisivo attacco, che vale il cambio campo. Si riparte ancora sul filo dell’equilbrio (11-11), che le tifernati provano a spezzare con Tarducci (15-12); Pucciarini a muro riduce il gap (15-14) anticipando una seconda parte di set combattuta punto a punto (22-21); Mancini mette però a terra un pallone importantissimo che dà il ‘là’ al colpo di reni finale delle ragazze di casa, abili a trovare con Betti l’affondo che riporta in parità la sfida. Alla ripresa delle ostilità (6-6) la Libertas resta incollata alle avversarie fino al punto in palleggio di Santioni (12-10), poi il turno al servizio di Ubaldi (con un ace) allarga sensibilmente il divario (17-10); il tecnico perugino prova a mischiare le carte con gli ingressi di Biagiotti, Terranova e Tomassini ma la musica non cambia (22-14) ed in pochi minuti la Gherardi può così festeggiare il punto del sorpasso. L’ace di Fora apre il quarto set, in cui la Libertas resta a galla solo in avvio (7-6), cedendo di schianto nel turno al servizio di Betti, che mette a segno sei ace (23-6); nel finale Mancini lascia il posto a Fiorini ed è proprio quest’ultima a mettere a terra gli ultimi due palloni che fanno partire i festeggiamenti del pubblico di casa. Nei prossimi giorni le ragazze biancocelesti saranno chiamate a rialzare la testa ed a riflettere sui tanti errori commessi nella seconda parte di gara, per capire come gestire al meglio i momenti difficili in vista delle delicate sfide all’orizzonte; nel prossimo turno la formazione perugina sarà impegnata sabato 5 novembre tra le mura amiche nell’importante scontro diretto contro Tavernelle.
CITTÀ DI CASTELLO PALLAVOLO – LIBERTAS PERUGIA = 3-1
(21-25, 25-21, 25-15, 25-7)
CITTÀ DI CASTELLO: Tarducci 20, Betti 19, Mancini 18, Giorgi 7, Ubaldi 5, Polidori 5, Cesari (L), Fiorini 2, Mearini. N.E. – Rinaldi, Carrai, Osakwe. All. Francesco Brighigna.
PERUGIA:, Cintia 9, Pucciarini 9, Cibruscola 5, Fora 5, Messineo 5, Santioni 1, Gliorio (L1), Terranova 1, Biagiotti, Tomassini. N.E. – Chiotti, Pippi (L2). All. Simone Picchio.
Arbitro: Valerio Merendelli
CASTELLO (b.s. 9, v. 14, muri 5, errori 24).
LIBERTAS (b.s. 4, v. 2, muri 5, errori 16).
(fonte Libertas Perugia)

 

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 31, 2016 11:15