La Monini Spoleto scivola a Mondovì

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 9, 2016 22:42
Zamagni-Monopoli (muro)

Monini Spoleto a muro con Matteo Zamagni e Natale Monopoli (foto Lega Volley)

Finisce con una sconfitta al tie-break l’esordio stagionale in serie A2 maschile della Monini Spoleto. Al Pala-Manera va in scena un match senza esclusione di colpi in cui le squadre di fronteggiano a viso aperto dal primo all’ultimo minuto. L’esito premia la Vbc Mondovì, ma gli oleari tornano in Umbria con più certezza di quante non ne avessero fino a ieri. Bargi è l’unico indisponibile di giornata, gli ospiti si schierano con Monopoli e Morelli sulla diagonale palleggiatore-opposto, Joventino e Mariano in banda, Festi e Zamagni al centro, Romiti libero. Morelli mette a terra due attacchi e un muro, Spoleto prova l’allungo aiutata anche da una chiamata video-check vinta ma Mondovì rientra e sorpassa, costringendo Provvedi al time out quando viene murato l’attacco da posto-quattro di Joventino (11-8). L’ace di Festi riporta la Monini a meno due (12-14), dall’altra parte Parusso firma in primo tempo il nuovo più tre (17-14) e per Provvedi c’è ancora un time out. Il vantaggio dei locali tiene fino alle battute finali nonostante la pipe devastante di Joventino e il doppio cambio con la diagonale Vanini-Segoni. Nel finale spazio anche per l’ex di turno Matteo Bertoli che sostituisce Mariano e va in battuta, sono però i padroni di casa a spuntarla. Si inizia il secondo periodo senza cambi in casa Monini Marconi, che incassa l’ace di Manassero per il 2-1 Mondovì e il mani-out di Bolla per il 4-2, ma reagisce con il ‘ruggito’ di Morelli e con gli ace di Monopoli e Joventino (5-6). Il muro di Zamagni vale l’11-10 Spoleto, la ‘bomba’ di Joventino il 14-13, poi i locali non si intendono sotto rete e Spoleto trova il minibreak (14-17) che costringe coach Barisciani al time out. Un time out che si ripete pochi istanti dopo perché gli ospiti continuano il loro momento positivo col muro di Festi e il tocco di prima intenzione di Morelli (14-20). È lo stesso opposto oleario a chiudere 25-20 e regalare ai suoi il primo set della stagione. Zamagni mette a terra un servizio carico di effetto e la Monini Marconi trova il 3-1 in apertura di terzo parziale. Il break diventa più importante con il muro a uno di Joventino e la pipe di Mariano (2-7), coach Barisciani manda in campo lo schiacciatore Cattaneo per fermare l’emorragia ma i risultati non sono incoraggianti. Il punto del 7-13 lo regala a Spoleto il video-check chiamato sul muro, il 7-14 è invece un ace di Mariano. Il set però è tutt’altro che finito, infatti dopo un paio di muri vincenti Mondovì si rifà sotto (12-15) e stavolta il time-out è per la panchina ospite. I locali riprendono tutto il coraggio che sembravano aver smarrito ad inizio parziale e tornano a meno uno con un ace di Parusso, che però manda in rete il successivo servizio. L’inerzia del set cambia nuovamente grazie all’ace di Festi e ai due muri consecutivi di Zamagni (16-21) e stavolta prende una direzione definitiva, anche grazie agli ottimi innesti di Bertoli e Garofalo: è quella degli spoletini che vincono e si portano avanti due ad uno nel conto dei set. Il quarto parziale inizia con una Mondovì combattiva che trova il 7-4 grazie all’ace di Cortellazzi, Joventino non al meglio lascia il campo a Bertoli che stampa subito l’ace del 6-9 aiutato dal nastro. E’ una fase del match in cui le due squadre non si risparmiano difendendo ai limiti dell’impossibile, i padroni di casa però sembrano avere qualcosa in più e per questo Provvedi gioca la carta del doppio cambio inserendo Vanini e Segoni. Nulla da fare, Manassero col muro del 22-15 spegne le speranze di rimonta degli oleari e consegna, di fatto, il quarto set ai locali. Sarà il tie-break a decidere la prima gara del campionato di Spoleto e Mondovì. Gli ospiti lo iniziano bene con l’attacco vincente del rientrante Joventino, ma si procede punto a punto nel più assoluto equilibrio con gli attaccanti a farla da padrone. Si gira con i padroni di casa avanti di uno e con la situazione di equilibrio che persiste. Un punto per parte, nessuno si vuole arrendere. Il minibreak arriva proprio sul 13-12 Mondovì e regala ai padroni di casa il primo di due match-point. Zamagni lo annulla con un primo tempo micidiale, ma sulla successiva palla contesa a muro tra Crotellazzi e Joventino l’ultimo tocco è del martello brasiliano. Finisce tre a due per i piemontesi, ma la Monini esce dal Pala-Manera a testa altissima.
VBC MONDOVÌ – MONINI SPOLETO = 3-2
(25-20, 20-25, 21-25, 25-17, 15-13)
MONDOVÌ: Paoletti 27, Bolla 15, Manassero 13, Picco 11, Parusso 5, Cortellazzi 2, Prandi (L), Cattaneo 2, Menardo. N.E. – Turco, Miola, Perla, Garelli. All. Mauro Barsiciani.
SPOLETO:  Morelli 17, Mariano 15, Zamagni 11, Joventino 10, Festi 9, Monopoli 3, Romiti (L1), Bertoli 3, Segoni 1, Garofalo, Vanini. N.E. – Bargi, Iaccarino, Marta (L2). All. Riccardo Provvedi.
Arbitri: Massimiliano Giardini e Massimo Piubelli.
VBC (b.s. 19, v. 5, muri 12, errori 12).
MONINI (b.s. 18, v. 8, muri 10, errori 8).
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 9, 2016 22:42