La Sir Conad Perugia domina a Piacenza

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 2, 2016 20:27
Berger Aleksander (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con lo schiacciatore Aleksander Berger (foto Michele Benda)

Davanti a quattromila spettatori avversari la Sir Safety Conad Perugia si esalta e manda in archivio una vittoria che serve alla classifica, ma anche al morale dato che la prima rivale della superlega maschile era l’accreditata Lpr Piacenza. Gli emiliani hanno tenuto fede al titolo di outsider che la stampa specializzata gli ha affibbiato ed hanno reso il compito arduo ma i block-devils non si sono lasciati impressionare ed messo le briglie alla rivale. Non è stato facile perché i padroni di casa sono scattati dai blocchi sempre nella maniera migliore ed hanno costretto ad inseguire, ma il tecnico Kovac disponendo di molte frecce nella faretra le ha utilizzate tutte ed è riuscito a trovare la chiave del successo. I locali hanno un approccio ideale al match, servizio di Zlatanov ed il muro di Yosifov scavano immediatamente un piccolo solco (7-3). I bianconeri non perdono la concentrazione e cominciano a registrare la ricezione e migliora l’attacco andando ad agganciare sul 14-14. Da quel momento gli ospiti azionano il turbo e vanno ad allungare incassando il vantaggio grazie alle incursioni di Ivan Zaytsev (che ha festeggiato i ventotto anni proprio domenica) e Podrascanin. Anche alla ripresa si palesano problemi iniziali degli umbri che vanno sotto e costringono Kovac a chiamare un time-out (5-1). La reazione sembra esserci ma ad un punto dalla parità gli emiliani ripartono e con il muro vanno a trovare una consistente allungo (12-7). Entra Buti per rilevare un nervoso Birarelli, i perugini si rimboccano le maniche e rimontano gradualmente rimettendo in asse e firmando il sorpasso con l’ace di Russell (17-18). Non è finita però perché gli ospiti hanno una nuova pausa e mandano sul doppio set-ball i piacentini che con Hernandez inchiodano il punteggio sull’uno ad uno. Nella terza frazione si manifesta ancora equilibrio sino a metà del suo svolgimento, a provare la fuga è Zaytsev che dai nove metri colpisce duro e con due ace consecutivi propizia il 10-15. Tra i locali Hernandez è l’unico a fare male ma è troppo poco perché la ricezione vacilla, e quando non subisce punti diretti mette il muro umbro in condizione di fare male (15-23). Inevitabile il nuovo vantaggio perugino. Il quarto periodo comincia con un preciso De Cecco a dettare i ritmi con estrema precisione (4-8). Russell sale in cattedra e diventa infermabile riuscendo a scalfire ulteriormente le sicurezze altrui (9-16). C’è spazio per Della Lunga e Chernokozhev ma l’orgoglio degli uomini di coach Giuliani non cala ed il punteggio non consiglia cali di attenzione (15-19). Allo sprint finale c’è da stringere i denti ma Perugia non crolla ed effettua il primo brindisi.
LPR PIACENZA – SIR SAFETY PERUGIA = 1-3
(18-25, 25-23, 16-25, 21-25)
PIACENZA: Hernandez 18, Zlatanov 11, Clévenot 8, Yosifov 5, Alletti 5, Hierrezuelo 2, Manià (L), Papi 1, Tencati 1, Parodi, Cottarelli. All. Alberto Giuliani e Marco Camperi.
PERUGIA: Zaytsev 18, Russell 14, Berger 12, Podrascanin 11, Birarelli 2, De Cecco 2, Bari (L1), Buti 4, Della Lunga 1, Chernokozhev 1, Mitic, Tosi (L2). N.E. – Atanasijevic, Franceschini, Atanasijevic. All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
NOTE – Spettatori 4’002.
Durata dei set: 25’, 34’, 29’, 30’.
Arbitri – Mauro Goitre (TO) e Luca Sobrero (SV).
LPR (b.s. 19, v. 3, muri 5, errori 14).
SIR (b.s. 17, v. 8, muri 9, errori 12).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 2, 2016 20:27