La Sir Conad Perugia si salva in corner a Vibo Valentia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 23, 2016 20:39
Zaytsev Ivan (muro)

Sir Safety Conad Perugia a muro con l’opposto Ivan Zaytsev (foto Michele Benda)

Ancora un tie-break e ancora una vittoria nel quinto turno della superlega maschile per la Sir Safety Conad Perugia che anche stavolta si salva all’ultimo tuffo dopo aver recuperato due volte lo svantaggio di un set con la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia che è stata abile ad incidere sui punti deboli altrui. Forse da ricercarsi nella stanchezza l’ennesima prova non propriamente convincente della squadra del presidente Gino Sirci che rimane comunque imbattuta anche se slitta ora in terza posizione, a due punti da Civitanova Marche e ad uno da Modena, entrambe a segno da tre punti. Non è un mistero che la formazione bianconera debba ancora trovare degli equilibri ma è certo che talvolta mancano i punti di riferimento e a questi livelli tutte le avversarie possono approfittarne. Venti i tifosi perugini al seguito che non si sono curati della lunga trasferta ma addirittura sei pullman provenienti dalla Sicilia per vedere la squadra di Perugia, a tutti gli effetti la più telegenica amata dagli sportivi amanti delle schiacciate. Tutto ciò ha reso possibile l’ingresso al palazzetto calabrese di oltre duemilacinquecento spettatori, una cifra record per il Pala-Valentia che nemmeno nello spareggio play-off per la promozione di pochi mesi fa aveva registrato tale afflusso. Da segnalare il premio consegnato al centrale Simone Buti prima del fischio d’inizio per i suoi trascorsi con la maglia dei tonnari e per la medaglia d’argento conquistata alle Olimpiadi. In partenza i padroni di casa schierano tra i titolari Barreto Silva e Michalovic che nella scorsa partita avevano avuto poco spazio. La mossa forse sorprende i block-devils che subiscono l’iniziativa dopo il fischio d’inizio. Zaytsev parte forte, sostenuto anche da tanti suoi tifosi personali, ma Michalovic risponde per le rime e porta avanti i locali (10-8). Qualche problema in ricezione per i bianconeri che perdono contatto ulteriormente (17-12). La strigliata del tecnico Kovac sortisce immediatamente gli effetti desiderati ma la rimonta si spegne sul 18-17. I calabresi ripartono sfruttando qualche regalo altrui e tornano ad allungare (23-19). Nonostante le sostituzioni perugine il margine è conservato e l’uno a zero è servito. Alla ripresa le cose vanno un po’ meglio con Mitic che è confermato in cabina di regia ma è Podrascanin a salire in cattedra andando a segno tanto a muro che in battuta (9-12). A scavare il solco è il turno in battuta del serbo che permette un allungo con lo schiacciatore Berger sugli scudi (13-22). Stavolta sono i vibonesi a cercare i cambi ma senza successo. La parità arriva sul muro di Mitic. Nella terza frazione si combatte a viso aperto anche se ai perugini manca l’apporto di Russell che rimane in ombra (7-7). Le decisioni arbitrali avverse fanno innervosire i perugini che vanno sotto nel punteggio non riuscendo ad arginare Barreto Silva (16-14). I rovesciamenti di fronte sono tanti e sul 19-20 torna in campo De Cecco, ma il testa a testa si protrae ai vantaggi, Vibo Valentia ha due palle-set e la seconda è quella buona per il due ad uno locale. Il quarto periodo vede gli umbri più concentrati con Russell che finalmente comincia a carburare e Berger che picchia duro dai nove metri (7-12). La Tonno Callipo non demorde e cerca di ricucire lo strappo con Geiler ma senza riuscire nell’intento (18-22). La sentenza è rimandata. Al tie-break Perugia parte forte (1-4). Zaytsev torna incontenibile ed aumenta la cadenza, quando Russell va a fondo campo le distanze diventano enormi (6-12). Arriva un successo sudatissimo.
TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 2-3
(25-21, 13-25, 26-24, 19-25, 9-15)
VIBO VALENTIA: Michalovic 20, Barreto Silva 14, Geiler 11, Barone 7, Diamantini 5, Coscione 4, Marra (L), Costa 2, Alves Soares 1. N.E. – Rejlek, Buzzelli, Torchia, Maccarone, Corrado. All. Waldo Kantor ed Antonio Valentini.
PERUGIA: Zaytsev 25, Podrascanin 17, Berger 15, Birarelli 11, Della Lunga 2, De Cecco 1, Bari (L1), Russell 16, Mitic 4, Tosi (L2). N.E. – Buti, Chernokozhev, Atanasijevic, Franceschini. All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
NOTE – Spettatori 2’500.
Durata dei set: 30’, 23’, 34’, 27’, 17’.
Arbitri – Massimo Florian (TV) e Dominga  Lot (TV).
TONNO CALLIPO (b.s. 13, v. 3, muri 3, errori 6).
SIR CONAD (b.s. 17, v. 13, muri 12, errori 11).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 23, 2016 20:39