Marko Podrascanin: «La parola d’ordine di Perugia è aggressività»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 14, 2016 15:30
Podrascanin Marko (rete)

Marko Podrascanin (foto Michele Benda)

La Sir Safety Conad Perugia nella conferenza stampa del venerdì ha aperto i microfoni col centrale Marko Podrascanin che ha commentato l’inizio della stagione ed ha guardato avanti: «Abbiamo l’occasione di fare il tris e vogliamo tornare dalla trasferta di Sora con altri tre punti. È importante anche dal punto di vista mentale e serve ad alzare il nostro livello. Il campionato è molto equilibrato verso l’alto, ci sono almeno cinque-sei squadre che possono puntare in alto. Ogni gara è importante e non ci si può rilassare, anche perché dopo della prossima domenica giocheremo due volte ogni settimana. Per ora in campionato è andata bene ma se vogliamo proprio guardare a cosa c’è da migliorare direi senza dubbio l’approccio alla partita. Bisogna iniziare meglio, essere più aggressivi e mettere pressione agli avversari per non consentire a nessuno di prendere coraggio complicandoci la vita. Conoscere il compagno di squadra è importante, ora serve tanta pazienza per trovare l’intesa migliore. Non perdere punti in questa fase è importante per la classifica del campionato. Ho cominciato abbastanza bene, sono molto carico dopo otto anni alla Lube, voglio dimostrare di essere un giocatore valido. Le pressioni ci sono e so cosa significa avere aspettative nella piazza ambiziosa, negli ultimi anni era così ma non abbiamo vinto molto. Mi spiace tantissimo per la Supercoppa Italiana che ci è sfuggita anche se eravamo coscienti di averla in pugno. In tutte le partite abbiamo giocato a sprazzi della buone partite, e sono convinto che non manca molto per crescere al livello migliore. Il pubblico di Perugia è molto bello ed è uno stimolo in più per fare bene, non mi aspettavo un avvio con tutto questo calore in casa, mi hanno veramente sorpreso. Andiamo a Sora per vincere la partita, è questo il nostro obiettivo. Sappiamo che ci sono incognite in ogni avversaria e non prenderemo sotto gamba l’impegno. Modena è ancora la squadra da battere».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 14, 2016 15:30