Perugia rischia il ‘bunge-bunge’ con Ravenna

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 20, 2016 23:27
Zaytsev Ivan (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con l’opposto Ivan Zaytsev (foto Michele Benda)

Il turno infrasettimanale mette in evidenza una Sir Safety Conad Perugia a corrente alternata, arrivano due punti ma la testa della classifica ora è solo di Civitanova Marche che è l’unica squadra a punteggio pieno. Prestazione ancora non convincente contro una delle temute avversarie di superlega maschile, quella Bunge Ravenna che ha dimostrato con tutte le sue forze di poter essere una outsider molto pericolosa. La differenza l’ha fatta stavolta qualche dettaglio, con Ivan Zaytsev in grado di produrre accelerazioni importanti all’inizio ma poi arginato bene dal muro avversario e tornato decisivo nel finale, mentre dalla parte opposta Torres si è rivelato terminale davvero tremendo. La gara comincia in salita con Torres che prova subito a chiarire le sue intenzioni e con Lyneel che lo supporta bene (10-12). Il muro di Podrascanin permette di non perdere mai contatto e mette una pezza alle pecche del gioco dei padroni di casa che attendono il momento giusto per produrre accelerazioni con gli attacchi di Russell e le incursioni di Zaytsev (subito sette palle a terra) con tre ace decisivi per la conquista del vantaggio. Alla ripresa gli ospiti partono ancora meglio (0-4), i bock-devils però non si scompongono e per mezzo di un sempre più incisivo Podrascanin riescono ad operare la rimonta che si completa col sorpasso sul 10-9. La frazione resta tuttavia a lungo in equilibrio con i ravennati che provano a scardinare le sicurezze altrui prodigandosi in difese mirabolanti (15-14). È questo il momento in cui la situazione sembra prendere una piega precisa con i bianconeri che vanno avanti di cinque e poi si complicano la vita facendosi riprendere (20-19). A spingere verso la chiusura ci pensa De Cecco che rimane lucido ed effettua le scelte giuste affidando a Zaytsev la palla del raddoppio. Nel terzo frangente è ancora Torres la bocca da fuoco principale che consente ai ravennati di guidare (12-14). Se Zaytsev si prende una pausa venendo murato due volte, ci pensa capitan Birarelli a togliere le castagne dal fuoco e rimettere in asse (16-16). Dura poco perché un break di quattro punti consecutivi manda avanti Ravenna, l’ingresso di Mitic fa tornare in partita i perugini che però poi crollano. I problemi continuano nel quarto set con conseguente perdita di pazienza e qualche errore di troppo (5-10). Entra Buti ma l’inerzia è cambiata con i romagnoli che difendono tutto e Perugia che non accetta lo scambio prolungato finendo per sbagliare troppo (13-20). La sentenza è rimandata. Al tie-break la Sir Conad si ritrova, parte bene Podrascanin che piazza l’ace del 6-3. Ravenna rientra in partita e avanza spalla a spalla fino al 13-13. L’ace di Lyneel porta al match-point, Zaytsev si ritrova e propizia il sorpasso, a chiudere è Russell che scatena il boato sugli spalti.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – BUNGE RAVENNA = 3-2
(25-22, 25-22, 21-25, 18-25, 18-16)
PERUGIA: Zaytsev 19, Podrascanin 15, Russell 13, Berger 9, Birarelli 6, De Cecco 1, Bari (L1), Buti 4, Mitic 1, Della Lunga, Tosi (L2). N.E. – Chernokozhev, Atanasijevic, Franceschini. All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
RAVENNA: Torres 26, Lyneel 23, Van Garderen 14, Ricci 10, Spirito 5, Bossi 2, Goi (L1), Grozdanov 1, Kaminski 1, Marchini 1, Raffaelli. N.E. – Calarco, Leoni. All. Fabio Soli e Giuseppe Patriarca.
Note – spettatori 3’163.
Durata dei set: 28’, 29’, 28’, 24’, 24’.
Arbitri – Andrea Puecher (PD) e Marco Zavater (RM).
SIR (b.s. 13, v. 5, muri 12, errori 14).
BUNGE (b.s. 27, v. 8, muri 9, errori 12).


Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 20, 2016 23:27