Sir Conad Perugia punta il mirino sul Sora

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 13, 2016 15:30
Sir Safety Conad Perugia (abbraccio)

gli atleti della Sir Safety Conad Perugia si abbracciano (foto Michele Benda)

Si avvicina un nuovo appuntamento per la Sir Safety Conad Perugia attesa domenica pomeriggio dalla trasferta dove ad attenderla c’è la neo promossa Sora. Lo staff tecnico bianconero prosegue pertanto nella preparazione del match. Oggi doppia seduta per i ragazzi del presidente Sirci che in mattinata hanno svolto attività prevalentemente fisica, mentre oggi pomeriggio svilupperanno sul campo dinamiche tecniche e tattiche. La vittoria di domenica scorsa contro Padova, arrivata dopo un match soprattutto nei primi due parziali molto difficile, ha detto chiaramente almeno un paio di cose. La prima è che il livello di questo campionato è molto alto. Padova infatti ha dimostrato di essere formazione di qualità, fisicità e capacità organizzativa, molto dura da affrontare. La seconda è che la Sir deve essere consapevole che spesso dovrà fronteggiare formazioni che daranno tutto, forzando e rischiando in parecchi fondamentali. Avere forza e tenuta mentale diventa quindi fondamentale per Kovac ed i suoi ragazzi e proprio per questo il tecnico serbo vuole che già domenica la squadra approcci la partita con la massima attenzione e concentrazione e con un atteggiamento aggressivo fin dal primo pallone. Perché la squadra laziale è sì una neopromossa, ma certamente venderà (come è ovvio che sia) carissima la pelle di fronte al proprio pubblico per muovere la propria classifica. Il calendario iniziale non ha infatti certamente sorriso alla formazione del presidente Vicini che nelle prime quattro giornate ha affrontato ed affronterà nell’ordine Modena, Trento, Perugia e Civitanova. Due le sconfitte finora per i ciociari che sanno naturalmente di non dover fare la corsa con le migliori, ma che restano squadra sempre impegnativa da affrontare perché animata dal contagioso entusiasmo della prima volta in superlega. In più Sora, vincitrice alla grande della serie A2 maschile lo scorso anno, ha rivoluzionato la formazione per ben figurare nella massima categoria. Del sestetto base della passata stagione sono infatti rimasti solo lo schiacciatore Mattia Rosso ed il libero Marco Santucci. Tutto nuovo il resto dello starting seven. In regia da Sofia è arrivato a dirigere il gioco d’attacco il promettente Georgi Seganov (classe 1993) mentre a mettere palloni pesanti a terra ci pensa l’opposto bielorusso Radzivon Miskevich (classe 1995). Tutta nuova anche la coppia di centrali con il bulgaro Svetoslav Gotsev (già in Italia a Verona e Monza) ed Andrea Mattei (ex Molfetta, Padova e Latina) ad operare in primo tempo ed a muro. In posto-quattro, accanto a Rosso, gioca invece l’esperto martello russo Denis Kalinin, atleta di respiro internazionale che in passato ha vestito le maglie delle più importanti formazioni sovietiche come quelle della Dinamo Mosca, dell’Iskra Odintsovo e dell’Ural Ufa. È ovviamente squadra tutta da scoprire Sora. I tanti tasselli nuovi hanno bisogno di tempo per trovare la giusta amalgama, ma nelle prime due stagionali si sono evidenziate alcune caratteristiche interessanti come il limitato numero di errori gratuiti (una media finora di cinque punti a set ‘regalati’ agli avversari) ed una buona propensione a muro (attenzione soprattutto ai lunghi tentacoli di Gotsev). L’esperienza giocoforza pecca ancora nella metà campo sorana, ma il tempo ed il lavoro di un tecnico preparato come Bruno Bagnoli sapranno certamente far migliorare la squadra. I block-devils partono con i favori del pronostico, favori ovviamente che restano sulla carta, sarà necessaria una prova di spessore per trasportarli sul campo e portare a casa i tre punti in palio.
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 13, 2016 15:30