Una Sir Conad Perugia timida s’impone su Padova

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 9, 2016 20:21
Russell Aaron (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attaco con Aaron Russell (foto Michele Benda)

Un grande Cuore di Perugia. Con l’esposizione di questo striscione gigante ad inizio partita gli sportivi del Pala-Evangelisti hanno accolto la Sir Safety Conad Perugia, tornata fra le sue mura dopo una assenza di circa cinque mesi. Ed è stata autentica ovazione quando i block-devils sono entrati in campo e sono stati salutati da quasi quattromila spettatori, record assoluto per un esordio casalingo nel capoluogo regionale. Un dato statistico non indifferente dato che dalla parte opposta della rete c’era una Kioene Padova che può essere considerata niente di più che una sparring partner nel campionato di superlega. La vittoria non è sfuggita agli uomini in maglia bianconera che hanno infilato una prestazione senza infamia e senza lode. Il presidente Gino Sirci ha gongolato per tutto il tempo osservando la coreografia sugli spalti con i tifosi vestiti di bianco, con grande sua approvazione, e con la quarta tribuna montata, con estrema sua soddisfazione. Prima del fischio d’inizio si è osservato un minuto di silenzio per rispetto del lutto ospite dovuto alla scomparsa del dirigente Piero Zoppellari, padre di Francesco, secondo palleggiatore patavino, presente in panchina in un momento di estremo  dolore. Da una parte l’emozione per l’esordio in casa, dall’altra una cabala contraria e la partenza dei block-devils è contratta, con ben sei errori nella prima parte del set  (6-16). L’ingresso di Dore Della Lunga a rilevare Berger non ha fornito gli esiti sperati perchè ai veneti è riuscito tutto facile, la grande lucidità della squadra ospite ha consentito di guadagnare un agevole vantaggio con Maar assoluto protagonista della scena. Il risveglio dal brutto incubo della prima frazione ha suonato l’allarme e capitan Birarelli ha dato la scossa subito con il muro vincente dopo il campbio di campo. Un segnale che poi è stato trasmesso ai compagni che si sono progressivamente sciolti con De Cecco che ha variato gli schemi e chiamato in causa ripetutamente Russell (otto colpi vincenti), unico terminale con una certa continuità (10-6). Le cose sono sembrate migliorare nel quadrato dei padroni di casa, ma è bastato un battito di ciglia per vedere gli avversari di nuovo addosso (15-14). La ricezione traballante ha fatto rivivere gli incubi del primo parziale ed i veneti sono stati sornioni ma appena hanno potuto approfittare delle sviste altrui hanno operato il guizzo utile ad impattare (21-21). Ai vantaggi è stato Podrascanin a fermare l’incursione nemica interponendo un muro invalicabile che ha pareggiato i conti. La squadra perugina è partita a spron battuto nel terzo frangente (8-4). I concittadini di Sant’Antonio cercano di reggere il passo, accusando però la maggior caratura dei locali che con l’ex di turno Berger (sei volte a segno) sovrastano incontrastati (18-13). La soluzione vincente di Birarelli ha sancito il due ad uno. Il quarto periodo ha provato ad indirizzarlo De Cecco ma dalla parte opposta Giannotti ha dato fondo a tutte le risorse impattando prima sul 12-12 epoi sul 17-17. Ci ha pensato Ivan Zaytsev (che ha toccato quota tremila punti in campionato) a far volare i perugini. Il sigillo sulla seconda vittoria piena è del neo entrato Mitic e significa ancora primato della classifica.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – KIOENE PADOVA = 3-1
(14-25, 27-25, 25-16, 25-20)
PERUGIA: Russell 17, Berger 15, Zaytsev 13, Birarelli 9, Podrascanin 7, De Cecco 2, Bari (L1), Mitic 1, Della Lunga, Chernokozhev, Tosi (L2). N.E. – Buti, Franceschini, Atanasijevic. All. Solobodan Kovac e Carmine Fontana.
PADOVA: Maar 15, Giannotti 15, Fedrizzi 11, Koncilja 5, Averill 4, Shaw 4, Balaso (L1), Volpato 4, Bassanello. N.E. – Milan, Zoppellari, Link, Sestan. All. Valerio Baldovin e Nicola Baldon.
Note – Spettatori 3’888.
Durata dei set: 24’, 33’, 23’, 25’.
Arbitri – Giorgio Gnani (FE) e Rossella Piana (MO).
SIR CONAD (b.s. 20, v. 8, muri 10, errori 8)
KIOENE  (b.s. 21, v. 7, muri 4, errori 7).



Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 9, 2016 20:21