Alessandro Franceschini: «Che bella l’Europa»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 21, 2016 14:15
Sirmaniaci (striscione Kovac)

lo striscione di ringraziamento a Slobodan Kovac mostrato dai Sirmaniaci ad inizio partita (foto Michele Benda)

Missione compiuta in champions league, la Sir Sicoma Colussi Perugia ha dato scacco matto agli svizzeri di Amriswil in due mosse e si è qualificata per la fase a gironi della massima competizione continentale. Una prova abbastanza agevole per i block-devils che hanno mostrato segnali di crescita infilando il terzo successo della nuova gestione tecnica. I Sirmaniaci non hanno fatto mancare il loro supporto alla squadra ma hanno voluto sottolineare la loro immensa stima all’ex tecnico bianconero Slobodan Kovac mostrando prima del fischio d’inizio un grande striscione con la scritta ‘Grazie Boban’. Un gesto simbolico ma carico di significato per il condottiero più longevo e vincente della storia del club perugino. Nella vittoria, che è stata assolutamente scontata, ci sono altri motivi di soddisfazione.

Franceschini Alessandro

Alessandro Franceschini (foto Roberto Peli)

Uno di questi è l’esordio in campo europeo del centrale Alessandro Franceschini, una giornata memorabile per l’atleta sangiustinese che ha detto: «Sono molto contento, ho sentito il calore dei tifosi e li ringrazio per sostenermi sempre e per la fiducia che ripongono in me. Sono felice per il risultato al di là di quello che ho fatto io, ma sono felice di aver dato il mio contributo. Non c’è che dire, è stato un gran bel momento, vorrà dire che offrirò un rinfresco a tutti». Una buona prestazione soprattutto della ricezione per la squadra umbra, niente male il 79% di positività nel fondamentale che è considerato il tallone d’Achille del collettivo. Non si lascia prendere dall’entusiasmo lo schiacciatore spoletino Ivan Zaytsev che è risultato il terminale più efficace: «Nella gara di andata ci eravamo trovati un po’ spaesati nel loro piccolo palazzetto, stavolta si sono visti i reali valori in campo, ora pensiamo al campionato. C’è stato spazio per i miei compagni che hanno esordito e sono contento per loro che durante la settimana si fanno in quattro». A funzionare bene è stata anche la battuta con cinque punti diretti che hanno avuto il contributo dell’opposto Aleksandar Atanasijevic mostratosi in progresso e positivo: «Stiamo crescendo ma è normale, abbiamo ancora bisogno di avere più costanza nel rendimento ma lavoriamo per quello. Sono solo due settimane che mi alleno in maniera completa e dunque non ho ancora raggiunto il massimo della mia condizione, ho qualche fastidio muscolare ma il fisioterapista Proietti ed il preparatore atletico Guazzaloca sono degli ottimi professionisti e mi seguono sempre assiduamente e per questo li ringrazio». Qualificazione ottenuto per il nuovo allenatore Lorenzo Bernardi che guarda avanti: «Ci eravamo detti di utilizzare queste partite per allenare quello di cui abbiamo bisogno e quello che dobbiamo migliorare, lo abbiamo fatto con il giusto atteggiamento mentale. Prima di pensare alla fase a gironi della champions league e ad Ankara ci sono Latina, Verona e Milano in campionato. Dobbiamo mettere subito nel mirino la partita di mercoledì che ci vedrà tornare in campo davanti al nostro pubblico».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 21, 2016 14:15