Federico Tosi: «Perugia cerca la tranquillità»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 10, 2016 15:30
Tosi Federico

Federico Tosi (foto Michele Benda)

Giornata di riposo per la Sir Safety Conad Perugia. Dopo la lunga maratona di ieri sera con Molfetta, terminata con il successo al tie-break dei block-devils, Kovac ed il suo staff hanno concesso alla squadra ventiquattro ore di libertà. Appuntamento pertanto a domattina al Pala-Evangelisti per dare il via alla preparazione per il prossimo appuntamento di superlega, domenica a Monza. Sarà il match in terra brianzola l’inizio di una lunga trasferta per i bianconeri che faranno poi ritorno a Perugia solo il giovedì successivo perché impegnati il 16 novembre in Svizzera con l’andata del turno preliminare di champions league. La partita di ieri sera con Molfetta invece ha raccontato di una Sir ancora alla ricerca del suo miglior gioco. L’ingresso in campo di Atanasijevic, che seppure non certo al meglio ha dato un contributo importante alla squadra, il forfait di Zaytsev, debilitato da un virus influenzale e costretto ad uscire dopo pochi palloni, la ricerca di Kovac del giusto assetto, con il ‘sacrificio’ di Podrascanin per mantenere il corretto numero di italiani in campo, una prova a corrente alternata in alcuni fondamentali. Tutti questi aspetti, uniti a dieci giorni precedenti la gara non certo ideali dal punto di vista psicologico, hanno contribuito a rendere Perugia poco fluida in certi frangenti. Resta comunque il ritorno alla vittoria dopo tre kappao e questo per chi fa sport, con buona pace di chi non è d’accordo, è un aspetto importantissimo di ieri. La storia di Perugia-Molfetta la chiudono le voci dei protagonisti, così l’opposto serbo Aleksandar Atanasijevic: «È sempre difficile giocare dopo tre sconfitte consecutive. Molfetta è una squadra tosta che gioca bene e non sbaglia tanto, anche se è vero che noi abbiamo regalato troppi punti. Ma ieri era importante vincere, dopo tre sconfitte questo successo ci porta un pochino su nel morale e nella classifica. Va anche detto che ieri eravamo senza Zaytsev che aveva l’influenza e senza Podrascanin per il numero di italiani in campo. Sentiamo tante cose non vere (non è proprio questa l’espressione usata da Atanasijevic, ndr) che vengono da fuori, noi però dobbiamo pensare solo al campo, fare meno errori ed essere più concentrati. Perciò Andiamo avanti a testa alta e positivi ed i risultati arriveranno. La pressione? Siamo tutti giocatori di alto livello, è normale giocare sotto pressione. Dobbiamo lavorare tutti insieme con Kovac che secondo me è il miglior allenatore del mondo, e sono convinto che faremo risultato anche domenica a Monza». Il libero Federico Tosi aggiunge: «Bisogna continuare a lavorare per evitare questi passaggi a vuoto che ci costano i set. Stiamo lavorando duramente con Kovac che ci sta allenando alla grande. Il lavoro non manca, manca invece un po’ di tranquillità. Dovremmo cercare di pensare al campo e lasciar perdere quello che ci arriva dall’esterno. La pressione dobbiamo imparare a gestirla e su questo, oltre agli aspetti più tecnici, dobbiamo sicuramente migliorare. Domenica a Monza ci attende una gara molto dura. Loro sono una squadra molto ben allestita e poi giocheremo in casa loro con il palasport tutto esaurito. Dovremo essere ancora più aggressivi e fare una gran partita per portare a casa la vittoria».
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 10, 2016 15:30