Giulia Bartolini: «San Giustino paga il calendario iniziale»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 16, 2016 09:00
Bartolini Giulia

Giulia Bartolini

Il momento si sta rivelando molto difficile per la Sia Coperture San Giustino, alle prese anche con assenze e infortuni. La sconfitta al tie-break in quel di Cesena, per come è maturata, continua a lasciare l’amaro in bocca anche a distanza di giorni. Nel frattempo sta pian piano migliorando la schiacciatrice Giulia Bartolini che sarà utilissima per il prosieguo del campionato di serie B1 femminile e che dice: «Brucia ancora tantissimo l’ultima sconfitta, eccome, perché già eravamo reduci da tre kappao di fila, per cui il momento non era e non è facile. Aver vinto a Cesena ci avrebbe permesso di respirare e di piazzare un bel colpo a spese di una diretta concorrente per la salvezza, oltre che di ritrovare un minimo di buon umore. Il rimpianto principale è relativo al primo set perché a un certo punto avevamo accumulato un vantaggio importante. Al momento di apporre l’ultimo sigillo, siamo incappate in errori di distrazione che ci sono costati cari, mentre Cesena è stata capace di chiudere nei momenti che contavano. Non è poi un periodo favorevole nemmeno sul versante infortuni, già fuori Gloria Lisandri, a inizio del quarto set è uscita anche Camilla Cornelli per aver di nuovo avvertito il dolore al gomito, ma Giada Marinangeli ha fatto molto bene nel ruolo di opposto». Un aspetto positivo, nel contesto di una domenica che ha alimentato più di un rimpianto, è stata la reazione avuta nel secondo e nel quarto set. In fondo, dopo aver subito rimonte di quel genere e perso il set, una squadra psicologicamente più fragile avrebbe potuto accusare il colpo; invece le altotiberine si sono aggiudicati due set in maniera alquanto netta. «Vuol dire che allora la squadra c’è e che non ci siamo smarrite. Rimane il solo rammarico di non aver vinto la partita, c’erano le condizioni per portare via l’intera posta in palio, ma anche due punti sarebbero andati bene». E intanto sta personalmente recuperando la condizione. «Diciamo che sul piano fisico sono stata sotto tono, ma che pian piano sto tornando in carreggiata, quindi conto al più presto nel mio totale recupero». Domenica prossima c’è il derby con l’ambiziosa Orvieto. La rabbia agonistica accumulata durante questa settimana potrebbe servire a qualcosa. «Un derby che affrontiamo contro un’avversaria più forte di noi, dal calendario abbiamo finora ricevuto un trattamento tutt’altro che agevole. Ad eccezione di Montespertoli la prima giornata e ora di Cesena, ci ha messo davanti tutte compagini forti e di alta classifica. E la sequenza non è terminata, perché dopo Orvieto ci toccherà la Teodora Ravenna; vorrà dire allora che ne approfitteremo per dare il massimo, sperando anche di fare risultato. E comunque, le prossime due gare ci serviranno se non altro per trovare ulteriore affiatamento in vista degli scontri diretti che chiuderanno la fase di andata; è lì che non dovremo sbagliare». In più circostanze, dall’allenatore e dalle giocatrici si è sentito dire dobbiamo trovare maggiore intensità e ritmo in allenamento. «Perché dall’inizio della stagione c’è sempre qualcuna di noi alle prese con infortuni e noie fisiche. Non riusciamo pertanto ad allestire un sei contro sei effettivo proprio per questo motivo e quindi cerchiamo di sopperire al problema organizzando gare amichevoli, come in ultimo accade». Da tre anni sei a San Giustino, il girone C ormai lo conosce bene così come il suo coefficiente di difficoltà. «Direi di sì. Ci sono soprattutto più squadre ben attrezzate».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 16, 2016 09:00