I commenti dal campo della Sir Conad Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 2, 2016 10:30
Sir Safety Conad Perugia (ringraziamento)

gli atleti della Sir Safety Conad Perugia ringraziano il pubblico al termine della partita (foto Michele Benda)

Al termine del match perso contro Modena i giocatori della Sir Safety Conad Perugia si sono mostrati delusi ma non hanno fatto drammi. La squadra bianconera ha peccato ancora di continuità ma ci sono motivi per avere fiducia ed essere ottimisti, uno di questi è il ritorno in campo dell’opposto Aleksandar Atanasijevic che sul finire del quarto set è stato gettato nella mischia ed è stato accolto da un autentico boato sugli spalti: «In questi quattro mesi trascorsi dall’operazione alla tibia i tifosi mi sono stati sempre vicino, questa è la mia seconda casa e il tempo è passato velocemente grazie a loro. Sicuramente meritano i risultati migliori e cercheremo tutti insieme di raggiungerli. A livello fisico non so se riesco a reggere ancora una partita intera ma sono felice di entrare ed aiutare la squadra se serve. La cattiveria ce l’ho, è una qualità che serve per battere le squadre forti che ce ne mettono tanta in campo. Domenica abbiamo una partita difficile a Civitanova Marche ma sono convinto che possiamo fare un buon risultato». La prende con filosofia Ivan Zaytsev che per la prima volta è stato sostituito e si è accomodato in panchina: «Parlando di cose tecniche dobbiamo migliorare un po’ nel cambio-palla, cosa che ci permetterebbe di lavorare meglio coi centimetri a muro. Sono abituato a non prendere alibi ma certo qualche situazione ci ha giocato contro, qualche difesa fortunata loro o qualche video-check che non funziona. La squadra comunque c’è, stiamo lavorando per invertire piccolo questo trend negativo, logicamente tutti si aspettavano che saremmo stati più su in classifica però penso che sia anche presto per parlare, bisogna aspettare almeno la fine del girone dell’andata ma dateci tempo che la squadra arriverà. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno, Atanasijevic è tornato ed è stata una bella botta di entusiasmo per tutti, ora spero di non fare danni io in ricezione». Ci ha provato a dare una scossa il centrale Simone Buti che è entrato nel terzo parziale e ci ha messo tutta la sua voglia: «Peccato per il finale del secondo set, siamo stati anche un po’ sfortunati e quello poteva cambiare l’esito della partita. Alcuni scambi hanno premiato loro che in difesa hanno avuto dei rimpalli fortunosi e quei due o tre punti hanno fatto la differenza. Siamo in grado di fare anche dieci punti di seguito ma qualche volta quando se le cose non vanno bene ci demoralizziamo troppo. Bisogna restare concentrati e crederci sempre altrimenti per gli avversari è gioco facile». Il libero Federico Tosi giudica con mente fredda la prestazione: «Modena è riuscita a fare nei momenti importanti delle cose veramente difficili, sono mancati ogni volta quei due punti che avrebbero ribaltato il punteggio alla fine dei set. I risultati ultimamente non sono arrivati ma le note positive ci sono, Atanasijevic sta rientrando e da ora in avanti saremo ad organico completo come lo erano già da tempo tutte le nostre avversarie tranne noi. Noi siamo i primi ad esigere tanto da noi stessi, ce l’abbiamo messa tutta ma queste partite si risolvono nei dettagli e loro sono stati più bravi di noi». Resta sereno nel giudicare il match lo schiacciatore Dore Della Lunga: «Adesso bisogna ammettere che Modena è in qualche cosa superiore. Alle volte sembra fortuna, ma non lo è. Oggi sono stati più bravi di noi con una prestazione di qualità. Per quanto ci riguarda, bisogna lavorare. Secondo me non abbiamo giocato una brutta pallavolo, abbiamo messo intensità. Certamente bisogna riuscire a limare qualcosa per avere alla fine lo spunto vincente».



Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 2, 2016 10:30