La Sir Conad Perugia mastica amaro a Civitanova Marche

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 6, 2016 21:05
Buti Simone (muro)

Sir Safety Conad Perugia a muro con Simone Buti (foto Michele Benda)

Quando si parla di scontri al vertice si pensa a gare equilibrate, così èlstavolta per la Sir Safety Conad Perugia che però perde ancora e rischia di trasformarli in una vera persecuzione. Dopo la terza sconfitta consecutiva i block-devils continuano a pensare che ci vuole un’esorcista per riuscire ad imporsi con una delle squadre di prima fascia. Anche la Cucine Lube Civitanova, vincente per la dodicesima volta su diciannove scontri diretti, riesce nell’intento di battere gli umbri. Si comincia a pensare ad un incantesimo difficile da spezzare visto che dopo Trento e Modena anche Civitanova Marche ha messo in ginocchio la squadra del presidente Gino Sirci. Risultato a parte, la squadra bianconera ha dato l’impressione di aver paura più se stessa che non i pur temibili avversari. Si, perché quando non si ha l’audacia allora è facile cadere nelle trappole disseminate lungo il percorso. E di certo dopo essere arrivata ad un passo dalla vittoria quello che è mancato ai perugini è stato il coraggio. In avvio i locali schierano Kaliberda e Candellaro in luogo di Cebulj e Cester; gli ospiti danno fiducia a Buti al posto di Birarelli. Si comincia con gli ospiti che sono aggressivi in battuta ed a muro e acquisiscono un leggero margine (1-5). La difesa dei marchigiani riesce a fare miracoli e Juantorena ricuce lo strappo (7-8). È il turno al servizio di De Cecco a far ripartire gli uomini in maglia biancorossa, agevolando il muro (quattro punti nel parziale d’apertura) che tistabilisce le distanze (7-10). Perugia amministra e poi allunga, ancora dai nove metri, stavolta con Zaytsev che piazza due ace e porta sul 12-18. Prova a reagire la formazione locale che fatica con Sokolov ma trova ancora in Juantorena la risorsa utile a rientrare in scia (20-21). Il campanello d’allarme serve a destare gli uomini di Kovac che chiudono la volata col punto di Zaytsev. Dopo l’inversione del campo sono le incursioni di Sokolov a far prendere il comando ai padroni di casa (11-7). Il tecnico Kovac interrompe la serie avversaria e richiama i suoi all’ordine ottenendo l’esito sperato, un paio di errori dei cucinieri e due perle di Russell cambiano il punteggio (14-16). Aumentano la cadenza gli umbri che sentono l’odore del sangue ed azzannano la preda con un finale strepitoso di Berger che sigla il raddoppio. Nel terzo parziale i perugini partono decisi (2-5). Tentano il tutto per tutto i civitanovesi che con Cebulj e Sokolov sparano le cartucce pesanti e progressivamente invertono la situazione (16-14). A stabilizzare il solco è ancora Juantorena con il servizio (22-19). Russell fallisce l’aggancio e poi sbaglia anche la battuta che significa due ad uno. Il quarto periodo è inizialmente equilibrato (7-7). Nella fase centrale è Christenson a salire in cattedra scavando il solco e sul 18-12 entrano Birarelli ed Atanasijevic a dare manforte. La situazione è disperata ed inevitabile il rinvio del verdetto. Al tie-break partenza sprint della Lube che costringe subito al time-out (4-0). Buti lancia la riscossa ma al cambio di campo nulla cambia (8-4). Ci vuole un ace di Zaytsev dai nove metri per far sentire il fiato sul collo (8-7). Sul finale è Stankovic a fare la differenza e la Sir Conad mastica amaro.
CUCINE LUBE CIVITANOVA MARCHE – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 3-2
(22-25, 19-25, 25-23, 25-21, 15-10)
CIVITANOVA MARCHE: Sokolov 24, Juantorena 18, Stankovic 7, Kaliberda 4, Candellaro 4, Christenson 4, Pesaresi (L), Cebulj 9, Cester 6, Kovar, Grebennikov. N.E. – Corvetta, Casadei. All. Gianlorenzo Blengini e Giancarlo D’Amico.
PERUGIA: Zaytsev 21, Russell 17, Buti 13, Berger 9, Podrascanin 4, De Cecco, Bari (L1), Della Lunga 1, Mitic 1, Birarelli 1, Atanasijevic, Tosi (L2). N.E. –Chernokozhev, Franceschini. All. Slobodan Kovac e Carmine Fontana.
NOTE – Spettatori 4’200.
Durata dei set: 31’, 30’, 35’, 31’, 21’.
Arbitri – Sandro La Micela (TN) ed Omero Satanassi (RA).
CUCINE LUBE (b.s. 22, v. 9, muri 6, errori 14).
SIR CONAD (b.s. 17, v. 10, muri 13, errori 13).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 6, 2016 21:05