Lorenzo Bernardi è il nuovo allenatore di Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 10, 2016 23:57
Bernardi Lorenzo (parla)

Lorenzo Bernardi (foto Michele Benda)

La Sir Safety Conad Perugia venerdì pomeriggio alle ore 15,30 organizzerà la consueta conferenza stampa ma stavolta la terrà alla sala riunioni dell’hotel Quattrotorri di Ellera Scalo, non al palasport Evangelisti. Diverso dal solito il luogo di svolgimento e diversa anche la comunicazione. Non si parlerà della prossima gara di domenica bensì del nuovo allenatore. Con tutta probabilità sarà l’occasione per presentare Lorenzo Bernardi, colui che prenderà il comando della squadra bianconera. L’ex campione della nazionale azzurra denominata generazione di fenomeni ed atleta nominato ‘Mister Secolo’ dalla federazione internazionale volleyball, è la guida scelta per risollevare la squadra umbra carente di risultati. Il tecnico che vanta un’esperienza di livello internazionale, già avversario con Ankara nella champions league di due anni fa, potrebbe arrivare nelle prossime ore a Perugia per guidare già domenica prossima la squadra nella sfida in trasferta a Monza.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 10, 2016 23:57
Write a comment

21 Comments

  1. Lorenzo Detto Rocchiu Giannursini su Facebook Novembre 11, 13:22

    in difesa poi sono imparagonabili.

  2. Lorenzo Detto Rocchiu Giannursini su Facebook Novembre 11, 13:21

    I numeri non hanno interpretazioni

    2015/2016. Tosi 10 ace subiti in meno di Bari, efficienza 0.25 contro 0.18 di Bari, palle perfette 30.9% contro 28% di Bari.

  3. Francesco Piersanti su Facebook Novembre 11, 12:22

    Ciao Benito, giusto ma a volte occorre cambiare qualche pezzo!!!

  4. Manuel Ciangottini su Facebook Novembre 11, 11:38

    Lorenzo Detto Rocchiu Giannursini Se fai giocare Russel e Berger devi fare fuori uno fra Podrascanin e Atanasjevic per la regola sugli stranieri. Non credo sia un’opzione percorribile

  5. Alessandro Celli su Facebook Novembre 11, 11:14

    CHIIIIIIIIIIIIIIIII….?

  6. Lorenzo Detto Rocchiu Giannursini su Facebook Novembre 11, 10:26

    E comunque Tosi stando alle statistiche dello scorso anno e alla sua qualità i n difesa, dovrebbe giocare sempre.

  7. Lorenzo Detto Rocchiu Giannursini su Facebook Novembre 11, 10:21

    Ok buttiamola sul motoristico! Hanno la ducati MotoGP ai tempi di Capirossi, un mostro di motore ma non stava in strada! La potenza è nulla senza controllo! ?
    E comunque anche se sistemassi la Rice (e la sistemi solo se prendessi uno tra Rossini Colaci e Grebennikov, che sarebbero comunque delle toppe), vogliamo valutare l’efficacia la padronanza delle variazioni di colpo di Ivan da posto quattro?

  8. Lorenzo Detto Rocchiu Giannursini su Facebook Novembre 11, 10:14

    Di Quella macchina è sbagliato il progetto.l unico in grado di reggere la ricezione è Della Lunga che però davanti non ti offre grosse certezze. Russell e Zaytsev sono l’esatto contrario, con il problema che il secondo (almeno attualmente, chissà se un domani imparerà) non è dotato neanche della manualità e dei colpi di un posto quattro. Bari non è al livello di scudetto, e poi questa navetta continua gli ha comunque spezzato ritmo e concentrazione ad ogni partita. Quella squadra se Berger iniziasse a girare, l unico modo in cui potrebbe equilibrarsi è con Berger titolare, se giocasse secondo le statistiche dello. scorso anno e s1 Russell, facendo una scelta definitiva sul libero. Se giochi con Russell e Zaytsev insieme l unica preoccupazione degli avversari in battuta sarà quella di metterla in campo…..

  9. Lorenzo Detto Rocchiu Giannursini su Facebook Novembre 11, 10:06

    I nomi eccellenti per tirare forte li hai. Chi è in grado di reggere la ricezione in quella squadra dei tuoi nomi forti? Atanasjevic fa l opposto. Se Russell e Zaytsev (quando gioca in quattro) sono i bersagli prediletti dei servizi avversari un motivo ci sarà. Bari non mi sembra all altezza di chi voglia vincere uno scudetto.

  10. Abramo Lincoln su Facebook Novembre 11, 09:00

    Il punto non è che la macchina è rotta. Per ciò che riguarda la rice è una grande punto in mezzo a delle bmw. Quindi…cambia il meccanico ma sempre una grande punto rimane! E chi capisce qualcosina di pallavolo sa che senza rice non si vince…MAI! Nemmeno se hai un attacco fortissimo (e sulla carta la sir ce l’ha).

  11. Azzurra Bordoni su Facebook Novembre 11, 07:30

    Notizia più bella non la potevo leggere….

  12. Federica Piobbico su Facebook Novembre 11, 07:23

    Rispetto la tua opinione, ma la macchina non è per niente sgangherata!!! Abbiamo nomi eccellenti, ma “il manico” dev’èssere in grado di saperli gestire al meglio…….

  13. Montesi Benito su Facebook Novembre 11, 07:20

    Le macchine si possono riparare con un buon meccanico!!!

  14. Francesco Di Marco su Facebook Novembre 11, 01:06

    Aldo, la Sir l’abbiamo un po’ tutti vista “nascere” nel panorama pallavolistico locale.
    E per anni ha sofferto anche in C, B2 e B1 gli stessi patemi.
    Non è cambiando solo l’allenatore che risolvi il problema basico di una squadra che palesemente non riceve da A1.

  15. Aldo Chiccarelli su Facebook Novembre 11, 00:14

    francesco montani Lui non sbaglia mai

  16. Lorenzo Detto Rocchiu Giannursini su Facebook Novembre 11, 00:12

    Puoi cambiare pilota quanto vuoi ma se gli dai sempre la stessa macchina sgangherata farà sempre la stessa fine.

  17. Francesco Montani su Facebook Novembre 11, 00:10

    Conoscendo Sirci mossa prevedibilissima quanto sbagliata

  18. Aldo Chiccarelli su Facebook Novembre 11, 00:05

    dici così perchè non conosci la Sir

  19. Aldo Chiccarelli su Facebook Novembre 11, 00:05

    dici così perchè non conosci la Sir

  20. Francesco Di Marco su Facebook Novembre 11, 00:04

    Mossa a dir poco incomprensibile.

View comments

Write a comment

<