Lorenzo Bernardi: «Perugia migliora ma è ancora in terapia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 28, 2016 12:30
Bernardi Lorenzo (squadra)

la squadra della Sir Safety Conad Perugia a colloquio con Lorenzo Bernardi durante un tempo (foto Michele Benda)

La penultima giornata d’andata ha regalato diverse certezze alla Sir Safety Conad Perugia che ha ottenuto la nona vittoria stagionale in superlega maschile, ha consolidato la quarta posizione della classifica ed ha innalzato notevolmente il suo morale. Contro una rivale di rango come Verona, benché attanagliata da una crisi di risultati, è stata una bella prestazione per i ragazzi del presidente Gino Sirci che si è mostrato soddisfatto: «Abbiamo giocato bene e con la battuta forzata ci siamo preparati il terreno al successo. Una prestazione maiuscola che ha mostrato i nostri muscoli e di cosa siamo capaci. Abbiamo giocato al massimo tutti insieme e tutti concentrati sino all’ultimo». I block-devils si preparano ad affrontare l’ultima fatica prima del giro di boa con rinnovato entusiasmo. Si temeva il duello con Verona, ma il campanello d’allarme era suonato in anticipo e la concentrazione non è mancata. Negli anni scorsi gli scaligeri avevano messo in grave difficoltà la compagine bianconera e le quattro sconfitte consecutive (ora cinque) segnalavano un grosso pericolo. I segnali dunque non sono stati ignorati. C’era l’opportunità di migliorare la propria situazione in considerazione degli scontri al vertice del massimo campionato maschile. I tre punti conquistati dagli umbri hanno fornito un volto preciso all’obiettivo della coppa Italia, ma l’assalto alle posizioni migliori continua. Per il tecnico Lorenzo Bernardi è un passo in avanti: «Prova superata. Dopo Latina avevo detto che non eravamo ancora guariti ma eravamo ancora in terapia e, infatti, nel secondo set abbiamo sofferto. Siamo stati bravi, però, a reggere l’urto di Verona nel secondo set, giocando punto a punto e andando a vincerlo. Da lì abbiamo ritrovato entusiasmo e consapevolezza per imporci nel terzo set. Noi dobbiamo sempre avere bene in testa di curarci che significa allenarsi bene». Dopo il derby emiliano il collettivo perugino è a meno tre da Modena e più quattro su Piacenza. Le speranze di agganciare la terza piazza sono ridotte al lumicino ma la matematica lascia ancora aperta la possibilità. Il prossimo scontro diretto tra Modena e Civitanova Marche potrebbe di fatto avvantaggiare Perugia che tenta di migliorare ulteriormente la posizione alla fine del girone d’andata. Per riuscire nell’intento, però, ci sarà bisogno di una combinazione astrale molto difficile: Perugia deve vincere tre a zero e Modena perdere con lo stesso risultato. Solo in questa maniera il numero delle vittorie sarà identico, il quoziente set pure e si guarderà al quoziente punti dove la Sir ha qualcosa in più e potrebbe fare la differenza. Ipotesi remota. Le ultime gare hanno evidenziato il volto più bello della squadra, ribadendo agli addetti ai lavori la candidatura per il titolo. Una squadra attenta ed aggressiva che è piaciuta a tutti, facendo spellare le mani ai tanti Sirmaniaci al seguito. Mostra grande serenità il regista Luciano De Cecco: «Abbiamo fatto il nostro, ci aspettavamo un Verona arrabbiato ma stavolta la nostra battuta è entrata e li abbiamo messo pressione non consentendogli di giocare al meglio. Adesso abbiamo una settimana completa prepararci alla prossima sfida e possiamo continuare nel processo di crescita allenandoci bene».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 28, 2016 12:30