Camilla Cornelli: «San Giustino è un gruppo compatto»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 21, 2016 11:00
Cornelli Camilla (rete)

Camilla Cornelli a rete (foto Giorgio Gammetta)

Ha riassaggiato il campo di gioco dopo oltre un mese (non accadeva dallo scorso 13 novembre a Cesena) con l’ingresso in seconda linea nel terzo set della partita vinta al tie-break dalla Sia Coperture San Giustino contro Castelfranco di Sotto e per il momento va bene così, in attesa del suo completo recupero. Reduce da una lesione al gomito che l’aveva tenuta ferma, ora può riallenarsi a pieno regime con le compagne, sembra essere tornato il sereno anche per la schiacciatrice biancoazzurra Camilla Cornelli, venti anni compiuti lo scorso 10 dicembre, a lei è affidato il commento di metà settimana dopo una vittoria da due punti in rimonta che vale sul piano psicologico: «Direi molto più anche di un successo pieno e si può benissimo immaginare quanto per noi fosse importante. Vincere poi in questa maniera è stato ancora più bello, perché all’inizio le nostre avversarie imponevano il loro gioco e noi facevamo fatica nel fronteggiarle. Poi siamo riuscite finalmente a fare il nostro gioco, uscendo da una situazione di crisi determinata dalla superiorità delle toscane, che però alla distanza sono calate, mentre noi abbiamo retto bene, siamo state più ordinate di loro e alla fine il risultato ci ha premiate. Dopo aver perso anche il secondo set ci siamo dette che dovevamo dare tutto, perché era l’unico modo per realizzare a quel punto il miracolo che alla fine si è concretizzato. Se poi fosse andata male, avrebbe dovuto essere esclusivo merito dell’altra squadra e non demerito nostro». Nell’analizzare a mente fredda la partita, emerge una bella constatazione. «Lo spirito di gruppo che regna fra di noi e la consapevolezza di potercela fare. Ci siamo aiutate l’una con l’altra e la compattezza è stata l’arma vincente». Parla del suo rientro in campo la giocatrice di origine bergamasca. «Mancavo da più di un mese e sono tornata in una partita peraltro fondamentale, ho avuto il sostegno di tutti ed è stato molto importante per me. Si è trattato di un piccolo regalo di Natale e adesso, sotto le festività, coglierò l’opportunità per lavorare sodo e rimettermi in carreggiata, sono una schiacciatrice, per cui dovrò recuperare i miei colpi ed essere prima possibile pronta per attaccare in prima linea». Descrive in ultimo, il livello degli allenamenti che giornalmente sta svolgendo la squadra altotiberina. «La crescita c’è indubbiamente stata, vuoi perché di infortuni, grazie a Dio, adesso non si parla più; vuoi perché c’è stato un miglioramento del gruppo determinato dal lavoro tecnico che svolgiamo e vuoi perché fra di noi siamo affiatate. Per ciò che mi riguarda personalmente, spero di poter dare il giusto apporto, cancellando così il periodo nel quale i problemi al gomito mi hanno costretto a stare ferma ai box. E quando ti trovi in queste condizioni, è dura assistere da bordo campo senza poter fare nulla». Il campionato di serie B1 femminile si ferma ora per un paio di settimane e riprenderà per San Giustino il 7 gennaio con la trasferta di Reggio Emilia, un altro scontro diretto da non fallire. «Riportare a casa una vittoria significherebbe intanto assestare la classifica, ma anche dimostrare che il successo sul Castelfranco di Sotto non è stato una casualità. I mezzi adatti per tirarci fuori li abbiamo, dobbiamo allora crederci e raccogliere più punti possibili con la forza del nostro gioco».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 21, 2016 11:00