Lorenzo Bernardi: «Perugia soddisfatta ma coi piedi per terra»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 12, 2016 14:30
Bernardi Lorenzo (pensa)

Lorenzo Bernardi (foto Michele Benda)

Una bella affermazione per la Sir Safety Conad Perugia che battendo Piacenza ha allungato la striscia vincente arrivando a quota nove successi consecutivi (inclusi i tre di champions league). Risultati che hanno consolidato la quarta posizione della classifica per i block-devils ed accorciato le distanze dal trio di testa. Complice la sconfitta di Trento ora la terza piazza è ad una sola lunghezza e la fiducia della squadra e della tifoseria cresce ulteriormente. Nonostante tutto non si accontenta il tecnico Lorenzo Bernardi che guarda a ciò che si può fare meglio: «Sono soddisfatto per il risultato ma dobbiamo tenere sempre i piedi per terra perché anche stavolta c’è stato un momento in cui abbiamo rallentato. Ad un certo punto del terzo set ci siamo guardati allo specchio pensando a quanto eravamo belli, e questo non va bene. Siamo stati bravi a riprenderci ma quando arriveranno le partite da dentro o fuori un pallone può fare la differenza, non è che voglio sempre vincere per tre a zero ma quando è il momento di chiudere dobbiamo essere più cinici. Le vittorie fanno sempre bene al morale ma rischiano anche di far volare troppo alto, siamo solo alla prima di ritorno e le nove vittorie consecutive non sono servite a vincere nulla, sono servite a costruire una base importante ma dobbiamo ancora migliorare molto». Entusiasta come non mai il presidente Gino Sirci che è tornato a sottolineare anche le disfunzioni del palasport Evangelisti: «Il pubblico si è divertito e la squadra ha vinto dando spettacolo contro un avversario non facile e assai pericoloso che probabilmente ritroveremo di fronte nella coppa Italia. Vedere il palasport pieno è un bello spot per la città di Perugia ma resta il problema di un impianto che non è all’altezza, che non è degno della nostra squadra e che deve essere messo a norma in fretta. Dobbiamo fare tutti un appello alle istituzioni che non devono trascurare la pallavolo e non devono farci fare brutta figura rispetto alle altre piazze italiane che godono di strutture molto più accoglienti e funzionali». A parlare della partita è anche il capitano Emanuele Birarelli che ha detto: «Abbiamo battuto tutti bene, quando è entrato il servizio ha fatto male e per loro è stato difficile. Anche loro hanno battuto e giocato bene a tratti, ma noi abbiamo avuto più continuità. Questo era per noi un test probante contro una squadra forte, siamo contenti perché ci siamo espressi su buoni livelli, forse potevamo murare meglio ma in attacco e contrattacco siamo andati veramente forte». Sul tema del servizio si è espresso anche il libero Andrea Bari che si è mostrato ottimista: «Sapevamo che la loro arma principale era il servizio e avevamo preparato il match cercando di non subire in ricezione e di giocare sempre la palla. E poi noi abbiamo fatto male con la nostra battuta. Questa è certamente una chiave della partita, ma non solo. Credo che abbiamo fatto una gara concreta, sempre presenti in campo. Siamo sulla strada giusta, ma domenica c’è un’altra partita e questa ce la dobbiamo dimenticare in fretta».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 12, 2016 14:30