Per la Zambelli Orvieto è prova del nove col San Lazzaro

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 9, 2016 10:00
Mezzasoma Elisa (cambio campo)

Elisa Mezzasoma (foto Maurizio Lollini)

Gara dagli elevati contenuti tecnici quella di sabato 11 dicembre (ore 18) al palasport Alessio Papini dove la Zambelli Orvieto torna a giocare con la determinazione di voler chiudere l’anno nella maniera migliore. Prima di due gare casalinghe consecutive contro avversarie di vertice in serie B1 femminile per le tigri gialloverdi che sono seconde della classifica e se la vedranno con le più dirette avversarie, quelle che sono appena dietro e quelle che sono davanti. La lotta per la vetta della serie B1 femminile si accende e per le tre formazioni ambiziose arriva il tempo degli scontri che valgono il doppio, tutte hanno perduto solo una volta sino ad oggi e di certo non vogliono incappare in altri stop. Men che meno lo vuole la Coveme San Lazzaro, una delle squadre maggiormente accreditate dagli addetti ai lavori per la vittoria del campionato, che proviene dalla prima inattesa battuta d’arresto interna. La nona giornata del girone d’andata si preannuncia interessante e complicata al tempo stesso, la differenza in graduatoria è di una sola lunghezza e la posta in palio è davvero altissima per una gara accattivante che attirerà tanti amanti della disciplina. Le padrone di casa dirette dal tecnico Matteo Solforati provengono da una striscia di quattro vittorie consecutive e domenica scorsa hanno trovato una bella affermazione in rimonta che ha fornito la consapevolezza di avere un organico molto ampio. Tra le rupestri stanno acquisendo sempre più fiducia l’opposta Elisa Mezzasoma e la schiacciatrice Alessandra Guasti, due dei volti nuovi che sono stati integrati alla squadra per darle un nuovo e più solido assetto. Nelle fila emiliane figura l’allenatore Claudio Casadio, uno dei più esperti e preparati professionisti che dopo oltre un ventennio alla guida di squadre in serie A, ha accettato la sfida nella terza categoria nazionale. I pericoli ospiti sono molteplici ma di certo un occhio di riguardo dovrà essere dedicato alla zona-tre dove opera la centrale Martina Focaccia mentre sulla banda una delle vigilate speciali sarà il martello Serena Vece. Sono due le sfide che costituiscono archivio tra le antagoniste, ed il piatto della bilancia pende a favore delle umbre che nella scorsa stagione hanno trionfato sia all’andata che al ritorno e questo potrebbe essere un piccolo segno di buon auspicio. La condizione e l’affiatamento sono ormai ottimizzate, entrambe le squadre risultano desiderose di misurare il proprio potenziale con rivali di alto rango, prevedibile dunque un duello all’ultimo sangue. Gara da non perdere per tutti gli amanti delle schiacciate che avranno nuovamente la possibilità di acquistare il calendario ufficiale 2017 delle orvietane che ha lo scopo di raccogliere fondi da destinare al settore giovanile Az Young. Il progetto, che è stato curato dal fotografo Michele Benda e realizzato graficamente della Laser Service dei fratelli Moncelsi, ha già riscosso successo e le copie saranno ancora reperibili nell’impianto sportivo di Ciconia il giorno di gara. L’incontro della domenica pomeriggio sarà arbitrato dalla coppia formata da Alberto Dell’Orso ed Alessandro Tucci. Probabile sestetto Orvieto: Valpiani in regia, Mezzasoma opposta, Montani e Kotlar al centro, Guasti ed Ubertini schiacciatrici, Rocchi libero. Possibile sestetto San Lazzaro: Forni ad alzare in diagonale con Casini, Focaccia e Spada centrali, Vece e Pinali attaccanti di banda, libero Galetti.
(fonte Zambelli Orvieto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 9, 2016 10:00