Romolo Mariano: «È una Spoleto combattiva»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 20, 2016 20:00
Mariano Romolo (esulta)

Romolo Mariano (foto Michele Benda)

Se c’era da dare una risposta dopo il kappao interno in coppa Italia, domenica contro Bergamo la Monini Spoleto l’ha fatto alla grande. Con i tre punti conquistati gli oleari non solo hanno conservato la vetta della classifica, in coabitazione con Brescia, ma hanno anche acquisito un margine di quattro punti sul quinto posto, l’ultimo utile per rientrare nella pool promozione attualmente occupato da Reggio Emilia. Mvp della gara è stato nominato il capitano Natale Monopoli che ha dispensato ‘perle di saggezza’ a tutti i suoi attaccanti. Le bocche da fuoco che ha servito con più continuità sono state Matteo Bertoli e Michele Morelli, ma non ha disdegnato il gioco coi centrali ogni volta che la ricezione lo ha messo in condizione di farlo coi tempi giusti. Bertoli ha viaggiato su percentuali altissime in attacco, Morelli ha messo a terra tutti i palloni che scottavano condendo la sua torta con ben sei ciliegine, tante quante i muri punto che ha stampato nell’arco dei quattro set. Una grande mano l’hanno data anche gli uomini usciti dalla panchina, Mariano ha sostituito egregiamente Joventino, Garofalo si è confermato affidabilissimo nei giri in seconda linea così come il doppio cambio palleggiatore-opposto che, grazie all’esperienza di Vanini e alla freschezza di Segoni, ha conferito imprevedibilità al gioco d’attacco spoletino. Scelta azzeccatissima, infine, quella di far entrare Festi in battuta. Il gigante oleario ha chiuso il secondo set con due ace e anche successivamente ha creato non pochi grattacapi alla seconda linea avversaria. «Dopo una sconfitta volevamo avere proprio questo tipo di reazione – ha commentato a caldo Romolo Mariano – per dimostrare che ci siamo, che siamo una squadra tosta e che se anche cadiamo ci rialziamo ogni volta. La partita di stasera è stata molto combattuta, a tratti ci siamo un po’ complicati la vita ma credo che la reazione del quarto set abbia legittimato la nostra vittoria». Agli orobici va dato il merito di aver combattuto ad armi pari per quasi tutta la durata dei set, anche se dalle azioni più lunghe e combattute è uscita vincitrice quasi sempre la squadra olearia, che ha conservato maggiore lucidità nelle fasi decisive. Servirà questo tipo di atteggiamento per rimanere nelle zone alte di un girone sempre molto equilibrato, che sta per entrare nella sua fase più calda. Prima di salutare un 2016 da incorniciare per i colori gialloblu ci sarà un’ultima fatica, quella del giorno di Santo Stefano in casa del Castellana Grotte, squadra battuta tre ad uno all’andata ma che si è rinforzata sul mercato è sta disputando una seconda parte di regular season decisamente più positiva rispetto alla prima.
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 20, 2016 20:00