Zambelli Orvieto col carattere supera Ravenna ed è in vetta

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 18, 2016 01:00

Elisa

Mezzasoma Elisa (attacca)

Zambelli Orvieto in attacco con la opposta Elisa Mezzasoma (foto Maurizio Lollini)

Nell’ultima sfida del 2016 della serie B1 femminile la Zambelli Orvieto ottiene la vittoria più bella e roboante, quella che le consente di balzare al comando della classifica. È costretta ad arrendersi la Conad Sìcomputer Ravenna, battuta allo sprint nel fortino del Pala-Papini dal quale esce comunque a testa alta, avendo dimostrato di poter lottare per i posti migliori. Non è stata la miglior prestazione stagionale delle tigri gialloverdi, ma senza dubbio una prova di carattere significativa perché ha consentito al gruppo di fare quadrato in una situazione difficile e contro una diretta avversaria. In avvio Montani è ovunque a rete, l’attacco orvietano è impressionante (avrà un 58% di efficienza) e le distanze rimangono immutate (9-6). Le ravennati tentano di riprendersi, ma non bastano le diagonali di Aluigi, sono i troppi errori (nove in apertura) ad avvicinare le distanze (19-18). A togliere le castagne dal fuoco ci pensa il muro di Kotlar che impedisce l’aggancio e poi capitan Ubertini fa ripartire la squadra che va in vantaggio. Nel secondo parziale, contrassegnato da un sostanziale equilibrio iniziale, le romagnole vanno in vantaggio ma vengono riprese (9-9), La ricezione locale cala sui servizi forzati di Aluigi che propizia il break e con Rubini che si fa sentire a rete (9-15). Sbagliando molto anche in fase conclusiva (altri undici regali) il gap permane, qualche sussulto di Kotlar accorcia ma le ospiti guadagnano quattro palle-set (20-24). Orvieto le annulla e ai vantaggi la possibilità di chiudere è da ambo le parti, decisivo è il muro di Sestini che sigla il pareggio. Nel terzo frangente coach Caliendo chiera Bernabè da opposta ma è il contraccolpo psicologico a farsi sentire nelle file locali (4-11). Il turno di battuta di Valpiani propizia il recupero con Guasti autrice di ottimi attacchi, ma subito dopo Sestini la imita e la situazione torna pesante (9-16). Santin rileva Ubertini ma sono sempre i problemi in ricezione a rendere dura la vita alla Zambelli. Mezzasoma (otto palle a terra) è l’unica vera risorsa, Valpiani quando può gioca in primo tempo ma Orvieto non regge il passo. Il quarto periodo è avvincente. Guasti da fondo campo guadagna tre lunghezze ma con un break di cinque punti consecutivi la situazione s’inverte (7-9). Le diagonali di Rubini scoprono il fianco e di là dalla rete ci pensa Mezzasoma a ricucire, poi Ubertini rimette in asse sul 15-15. C’è alternanza al comando del punteggio ma sul 21-21 esce fuori l’artiglio felino, il muro di Kotlar guadagna tre set-point e l’attacco di Guasti rimanda la sentenza. Al tie-break la marcia in più è Alessandra Guasti che sale in cattedra in attacco, e Giulia Kotlar, che non fa passare più nessuna a muro (verranno premiate come migliori in campo) e procurano un entusiasmante 8-3. Il Pala-Papini s’infiamma al cambio di campo, Rubini ha ancora qualche colpo da tirare fuori dal cilindro anche se Guasti domina la scena. Un ace di Ubertini vale il 13-6 ed un altro la vittoria.
ZAMBELLI ORVIETO – CONAD SÌCOMPUTER RAVENNA = 3-2
(25-20, 30-32, 16-25, 25-22, 15-6)
ORVIETO: Mezzasoma 24, Guasti 22, Kotlar 17, Montani 11, Ubertini 11, Valpiani, Rocchi (L), Santin, Serafini. N.E. – Donarelli, Vujevic, Ferrara. All. Matteo Solforati e Giuseppe Iannuzzi.
RAVENNA: Aluigi 17, Rubini 15, Sestini 12, Torcolacci 9, Nasari 5, Mazzini 3, Masina (L), Bernabè 6, Balducci. N.E. – Stacchiotti, Raggi, Drappelli. All. Nello Caliendo ed Alberto Del Giudice.
Arbitri: Serena Salvati e Giorgia Adamo.
ZAMBELLI (b.s. 17, v. 4, muri 12, errori 21).
CONAD (b.s. 9, v. 3, muri 16, errori 16).





Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 18, 2016 01:00