Cristian Vigilante: «Spoleto orgogliosa dei suoi atleti»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 30, 2017 13:00
Vigilante-Grechi-Lattanzi

Cristian Vigilante, Daniele Grechi e Niccolò Lattanzi dirigenti della Monini Spoleto di serie A2 maschile

Nel week-end dedicato alla coppa Italia la Monini Spoleto ha riposato e ricaricato le batterie in vista di una seconda fase di stagione di serie A2 maschile ormai imminente. Giovedì scorso ultimo allenamento della settimana, poi il rompete le righe e l’arrivederci a martedì di questa settimana, quando comincerà l’avvicinamento all’ultima trasferta della regular season in casa del Montecchio Maggiore. Una gara che tutti vogliono vincere per coronare un girone fantastico, ma che non conta nulla ai fini della pool promozione. Una seconda fase che si va ormai delineando e che vedrà gli umbri partire con un bottino di 17 punti, che valgono il primato iniziale della nuova classifica. A decidere se sarà solitario o in coabitazione sarà la gara del girone bianco tra Aversa e Siena, se i toscani dovessero vincere da tre punti, infatti, appaierebbero gli oleari in vetta. I conti però, si faranno solo alla fine di un torneo che avrà ritmi serratissimi, si giocherà infatti ogni tre giorni (mercoledì e domenica), con in mezzo spostamenti di centinaia di chilometri. Serviranno grandi concentrazione ed energie fisiche, e bisognerà ridurre gli errori al minimo se si vorrà accedere alla fase dei play-off (riservata alle prime otto classificate) con un certo vantaggio negli accoppiamenti. La formula degli spareggi sarà quella classica con quarti di finale, semifinali e finale, ovviamente la squadra meglio piazzata in classifica giocherà contro quella col piazzamento peggiore ed avrà dalla sua il fattore campo. Il direttore sportivo Niccolò Lattanzi avverte: «Non dobbiamo correre il rischio di sentirci già ai play-off, ci sarà da combattere partita dopo partita quindi è fondamentale rimanere concentrati. È vero, abbiamo disputato un girone incredibile, ma fondamentalmente non abbiamo ottenuto ancora nulla se non la certezza di aver evitato la pool salvezza. Se vogliamo toglierci ancora delle soddisfazioni dobbiamo assolutamente rimanere coi piedi per terra e continuare a lavorare con l’umiltà che ci ha contraddistinto sin dall’inizio». Ad analizzare il momento della squadra è il team manager Cristian Vigilante, uno che fino a pochi mesi fa era abituato a sentire la pressione sul rettangolo di gioco ma che ha confessato di provare le stesse emozioni anche nei panni di dirigente: «Non siamo stupiti del rendimento della squadra fino a questo momento perché abbiamo scelto di puntare sugli uomini prima ancora che sui giocatori, uomini capaci di fare gruppo e diventare una squadra. Non voglio parlare di aspettative per la pool promozione. Quando si gioca col cuore, come i nostri ragazzi stanno facendo, ogni palla è quella più importante, indipendentemente se ti stati giocando un campionato di provincia o la promozione in superlega». Non vuole neanche soffermarsi troppo sui singoli il dirigente, che preferisce esaltare le qualità della squadra: «Si è saputa compattare nelle difficoltà e per questo sta vincendo. Poi è chiaro che in un gruppo ci sono anche delle individualità, dei caratteri e dei comportamenti. Ci inorgoglisce vedere Matteo (Bertoli, ndr) tra i migliori schiacciatori della categoria, così come Romiti tra i migliori ricettori. Abbiamo un palleggiatore come Monopoli che ha saputo gestire, amalgamare e dare una direzione a tutto il gruppo, una coppia di centrali che a mio avviso è la più forte del campionato, un opposto tra i più decisivi in questa categoria, due bande come Mariano e Joventino che danno sicurezza in ricezione e attacco, una panchina che non andrebbe neanche definita tale per quanto ha dato ogni volta che è stata chiamata in causa. Siamo orgogliosi di questi ragazzi e con loro vogliamo giocarcela fino in fondo».
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 30, 2017 13:00