Cristian Vigilante: «Spoleto prima per merito del lavoro»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 13, 2017 10:30
Vigilante Cristian

Cristian Vigilante

Esami brillantemente superati per la Monini Spoleto che dall’alto del suo primo posto nella classifica di serie A2 maschile può già essere soddisfatta per la conquista del suo obiettivo, matematicamente raggiunto con tre giornate di anticipo. Il girone blu parla la lingua degli oleari, che adesso però vogliono chiudere in maniera ottimale per entrare con il bottino migliore nella pool promozione. Nella seconda fase, infatti, saranno portati dietro i risultati conseguiti contro le prime cinque della graduatoria e dunque nelle ultime tre gare che restano da disputare sono permesse anche delle distrazioni con Cantù e Montecchio Maggiore, mentre non dovrà essere fallito lo scontro con Reggio Emilia. Gli spoletini nel frattempo si gustano le prestazioni dello schiacciatore Matteo Bertoli, atleta ventottenne che era partito per lottarsi il posto da titolare sulla banda ed è stato il punto fermo del sestetto sino ad ora, mettendo a segno ben 25 ace nelle prime quindici gare. Di lui il tecnico Riccardo Provvedi può essere solo contento: «Ha iniziato fortissimo perché sapeva di avere davanti due grandissimi giocatori come Joventino e Mariano. È un uomo di campo, cui non pesa la fatica e con il quale abbiamo lavorato molto non solo per farlo diventare insostituibile in battuta, ma anche per migliorarne gli altri aspetti tecnici; in primo luogo la ricezione». Ma dietro ai risultati c’è il duro lavoro svolto in palestra col preparatore atletico Carlo Sati che ha messo in condizione i gialloblu di rendere al meglio come ricorda il team manager Cristian Vigilante: «Non lo abbiamo certamente scelto a caso. Sia io che Lattanzi conoscevamo il suo metodo di lavoro sin da quando giocavamo e la nostra fiducia sulle capacità del professionista è stata ampiamente ripagata».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 13, 2017 10:30