Emanuele Birarelli: «Perugia vuole vincere a Belgorod»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 26, 2017 15:30
Birarelli Emanuele

Emanuele Birarelli (foto Michele Benda)

Nessuna pausa nell’attività della Sir Safety Conad Perugia. Lorenzo Bernardi ha preparato per i block-devils una settimana di intenso lavoro al Pala-Evangelisti che anche oggi prevede una seduta tecnica pomeridiana. Doppio allenamento venerdì con tecnica e sala pesi al mattino e lavoro tecnico-tattico al pomeriggio, mentre sabato (una seduta) e domenica (doppia seduta) saranno maggiormente incentrati su un lavoro specifico per il prossimo avversario sulla strada di Perugia, il Belgorod che attende la Sir Sicoma Colussi mercoledì in Russia per la quarta giornata della fase a gironi nella champions league. Il tecnico bianconero, di concerto con lo staff, ha stilato un programma davvero concentrato per i giocatori. Bernardi vuole massima concentrazione dalla sua rosa ed ogni giorno in palestra è un martello perché sa che il gruppo a disposizione possiede importanti valori tecnici e morali che vanno poi espressi al massimo in campo durante le partite. La prossima in programma è ancora una volta molto significativa per il cammino continentale, uno scontro diretto per il primo posto in classifica in un ambiente certamente non semplice come lo Sport Palace Cosmos di Belgorod e contro un avversario di rango nel panorama del volley maschile europeo. Della mole di lavoro di questi giorni e della sfida con il Belgorod del primo febbraio parla il capitano bianconero Emanuele Birarelli: «Come sempre in queste situazioni dobbiamo sfruttare periodi del genere. Invece di rimuginare per non essere presenti alla final four di coppa Italia, dobbiamo prendere il buono perché sette giorni consecutivi per poterci allenare non capitano quasi mai e quindi dobbiamo essere bravi a darci dentro sia con un buon lavoro fisico, sia con il lavoro tecnico. Ne abbiamo parlato tutti insieme per cambiare qualcosa nel modo di giocare e per essere più precisi in certe situazioni ed in questi giorni ci stiamo lavorando. In più naturalmente ci stiamo preparando per la gara di Belgorod. Intanto perché una trasferta in Russia comporta tutte le difficoltà del contesto, cioè la distanza, il viaggio molto lungo, le temperature a cui andremo incontro. È un impegno importante che la società ha organizzato al meglio anche perché poi, quanto rientreremo in Italia, avremo subito il match importantissimo di Superlega in casa con la Lube. Perciò in Russia ci teniamo molto a vincere anche perché ci servirebbe dal punto di vista morale in vista della gara con Civitanova Marche e perché, come ci dice sempre Bernardi, vogliamo vincere il girone e dimostrare di meritarci a pieno titolo l’organizzazione della final four. Sappiamo bene le difficoltà a cui andremo incontro in Russia. Non so perché il Belgorod non fosse ritenuto un top team di questa champions league. Quando hai in squadra due giocatori del calibro di Muserskiy e Tetyukhin, che hanno fatto la storia della pallavolo russa, più diversi giovani russi bravi tecnicamente fisicamente devastanti la qualità dell’avversario è assicurata. Memori anche della partita d’andata a Perugia, dovremo giocare contro di loro usando molto la testa. Se ci facciamo a braccio di ferro diventa difficile, per cui sarà importante soprattutto in attacco capire quando spingere e quando invece usare colpi diversi contro il loro muro altissimo».
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 26, 2017 15:30