Francesca Lavorenti: «San Giustino può contare sul gruppo»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 18, 2017 08:30

Francesca Lavorenti: «San Giustino può contare sul gruppo»

Lavorenti Francesca

Francesca Lavorenti (foto Michele Benda)

Miracolo sfiorato, ma stavolta non riuscito. La Sia Coperture San Giustino, sotto di due set in casa anche contro Bastia Umbra, è riuscita a rimontare lo svantaggio senza tuttavia ripetere al tie-break l’impresa realizzata col Castelfranco di Sotto. Un solo punto incamerato e un piccolo passo in avanti: il colpaccio del Reggio Emilia a Montespertoli e la sconfitta del Firenze hanno lasciato di fatto inalterata la situazione nei confronti della zona retrocessione, anche se le biancoazzurre sono ora sole al quartultimo posto. Alla palleggiatrice Francesca Lavorenti il compito di analizzare la sconfitta in questo derby nel consueto commento di metà settimana: «Sul due pari ci ho creduto, ed ero convinta che ce l’avremmo di nuovo fatta. Se poi andiamo ad analizzare l’andamento della partita, possiamo parlare anche di punto guadagnato, perché abbiamo corso il serio rischio di rimanere a mani vuote». Partenze col freno tirato da parte delle altotiberine. «Abbiamo iniziato la gara che eravamo parecchio tese, nonostante fossimo reduci da due vittorie. Sentivamo insomma molto questo appuntamento e la sua importanza; la reazione c’è stata, ma poi si sa che il tie-break è un terno al lotto; speravamo che lo fosse ancora in positivo e invece non è andata così». E dire che la squadra, già priva di Giulia Bartolini a causa dell’influenza, ha dovuto rinunciare a Gloria Lisandri nel secondo set per quel lieve scompenso che l’ha costretta ad abbandonare la contesa. Come dire che, tolta la sola parentesi di Reggio Emilia, le sangiustinesi hanno ricominciato a fare i conti con le assenze. Eppure, sembravano non aver accusato il colpo; anzi, sono venute fuori proprio nel momento più delicato. «È stata la forza di reazione del gruppo. Abbiamo cominciato a darci sotto per fare bene, sapendo che non avremmo più dovuto sbagliare. Una risposta rabbiosa da parte nostra, che abbiamo fatto leva anche sui precedenti delle bastiole, rimontate e battute nel turno precedente quando era avanti sul due a zero. Ma in questo duro girone non esistono partite con esito scontato». Due trasferte a cavallo fra conclusione dell’andata e inizio del ritorno. Saranno le partite della verità. «Più che mai, mi auguro che sia una bella verità. A Moie possiamo cercare di far punti, a Montespertoli non esisteranno attenuanti, dovremo vincere per forza». Per concludere, un pensiero rivolto a Gloria Lisandri. «Spero che rientri prima possibile, ci serve come il pane, anche se debbo complimentarmi sia con Giada Marinangeli, autrice di una buona prestazione e sempre pronta mentalmente per affrontare la battaglia, sia con Camilla Cornelli, che ha messo giù tanti palloni e che nel ruolo di opposto è stata alquanto gagliarda».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 18, 2017 08:30