Ivan Zaytsev ha sfondato la soglia di trecento ace

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 14, 2017 08:00
Zaytsev Ivan

Ivan Zaytsev (foto Michele Benda)

Mercoledì scorso Ivan Zaytsev ha tagliato il traguardo dei 300 ace messi a segno nel campionato italiano. Il fondamentale che più di ogni altro caratterizza l’atleta spoletino e sottolinea la sua potenza e la sua efficacia dalla linea dei nove metri. Con la battuta ha mandato in estasi i tifosi azzurri alle Olimpiadi ed in più occasioni ha dato la scossa alla sua Perugia nei mesi scorsi. Da questo fondamentale il pubblico si attende sempre tanto, basta vedere la crescente curiosità con cui gli spettatori al Pala-Evangelisti guardano sullo schermo la velocità della palla dopo un suo punto diretto. Sono nove le stagioni che il ventottenne ha disputato nella massima categoria (cinque quelle giocate da titolare) a cui si aggiungono per le statistiche i due anni in A2 e c’è la possibilità d’incrementare il già ricco bottino. Nel giorno in cui ha ritoccato questo record aveva di fronte il cubano Fernando Hernandez Ramos, l’unico che lo sopravanza nella speciale classifica del fondamentale in questa stagione (ma con sei set in più disputati). Se si va a vedere l’attuale efficienza del servizio, infatti, al primo posto c’è il giocatore bianconero con una media di 0,57 punti per ogni set, come a dire che ogni due set da lui giocati ci scappa un ace. La rivalità nella battuta è allargata anche ad altri illustri avversari come ad esempio il modenese Earvin Ngapeth che recentemente ha superato il traguardo dei 200 ace messi a segno nel campionato italiano ma per il quasi ventiseienne campione transalpino sono sei le stagioni disputate in Italia. Per gli amanti delle numerologia in comune i due rivali Zaytsev e Ngapeth hanno anche la maglia, entrambi giocano con il nove sulle spalle. Sarà dunque un tema caldo questo nel confronto tra Modena e Perugia che si disputa tra una settimana.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 14, 2017 08:00