La Monini Spoleto guarda già alla pool promozione

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 25, 2017 10:30
Lattanzi-Grechi-Zualdi-Mariano-Vigilante

Niccolò Lattanzi, Daniele Grechi, Maurizio Zualdi, Romolo Mariano e Cristian Vigilante (foto Cristian Sordini)

È una Monini Spoleto con entusiasmo e consapevolezza dei propri mezzi quella che tra poche settimane si affaccerà alla pool promozione. L’ennesima vittoria nel girone di ritorno, undicesima nelle ultime dodici gare, peraltro conquistata contro una diretta concorrente, ha scatenato l’entusiasmo di una città intera. Mai il Pala-Rota, in questa stagione, era stato così gremito (la fila per entrare si è esaurita solo a fine primo set). Mai, prima d’ora, la tribuna centrale e la ‘Fossa Gialloblu’ si erano uniti nell’incitamento alla squadra. Merito di un gruppo che sta lavorando con dedizione assoluta, guidato da un tecnico preparatissimo come Riccardo Provvedi e spinto ai propri limiti fisici da un guru della preparazione atletica come Carlo Sati. I risultati di questo lavoro si sono visti distintamente nell’arco della stagione ma, forse, mai tutti insieme come nella partita di domenica scorsa. A stupire non sono solo le percentuali di attacco e di ricezione positive degli oleari (rispettivamente 62 e 64%), ma soprattutto la ‘fame’ di punti e di vittorie. Nella correlazione muro/difesa la Monini è stata praticamente perfetta, non impressionano tanto gli undici muri punto messi a terra in soli tre set, quanto soprattutto la quantità di palloni toccati e poi ricostruiti, quasi sempre in maniera vincente. In una gara dove tutti hanno dato il loro meglio (nessun giocatore è sceso sotto il 50% di positività in attacco o in ricezione), miglior giocatore è stato Romolo Mariano, autore di una prova pazzesca con tredici punti totali (58% in attacco), quattro muri punto e due ace. I guai fisici accusati ad inizio stagione sono ormai un lontano ricordo e i tifosi spoletini stanno finalmente scoprendo tutte le potenzialità di un giocatore che l’anno scorso fece faville in A2 con la maglia di Sora, tanto da conquistare sul campo la promozione in superlega. Prima di cominciare il secondo campionato c’è da affrontare in trasferta nell’ultima giornata di regular season Montecchio Maggiore, squadra che disputerà il girone salvezza e che quindi non dovrà per forza cercare punti contro gli umbri. Che, dal canto suo, vuole assolutamente chiudere il girone blu con un’altra vittoria e un record che avrebbe dell’incredibile, per una neopromossa: quattordici vittorie e quattro sconfitte. Il direttore sportivo Lattanzi ed il team manager Vigilante hanno già dichiarato: «Andremo a Montecchio per vincere, poi penseremo alla seconda fase della stagione». Una seconda fase che, se il campionato si concludesse oggi, vedrebbe Spoleto al primo posto della nuova classifica con diciassette punti, uno in più di Castellana Grotte. L’unica gara che potrebbe ancora muovere punti è quella del girone bianco tra Siena ed Aversa, se i toscani dovessero conquistare bottino pieno appaierebbero gli oleari al comando. Si giocherà due volte a settimana (mercoledì e domenica) solo contro le compagini dell’altro girone. È già certo che il primo impegno casalingo degli spoletini sarà mercoledì 15 febbraio alle ore 20,30 contro Tuscania, già affrontata nei quarti di coppa Italia quando i laziali si imposero al tie-break dopo una partita tiratissima. Giocatori e staff sanno bene che il difficile arriva adesso. Il primo posto nel girone blu, sebbene importante e prestigioso, non conta nulla ai fini della corsa ai play-off. Comincerà un campionato a sé stante, con nuovi equilibri tante sfide affascinanti e impegnative. La squadra è già in palestra per prepararsi al meglio sia fisicamente che tatticamente, con i piedi per terra e grande umiltà. Servono questi ingredienti per arrivare lontano, mescolati all’incredibile calore che solo il pubblico spoletino riesce a trasmettere.
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 25, 2017 10:30