Luciano De Cecco: «Perugia non perfetta ma pensa a migliorare»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 9, 2017 11:30
De Cecco Luciano (palla)

Luciano De Cecco (foto Michele Benda)

Una partita temuta la prima del nuovo anno, contro una formazione come Vibo Valentia in serie positiva e senza nulla da perdere, per giunta da affrontare con l’iniziale assenza di Marko Podrascanin che alla vigilia aveva accusato i pesanti sintomi dell’influenza, ma la Sir Safety Conad Perugia ha stretto i denti ed ha conquistato un altro successo da tre punti, anche grazie al contributo del centrale serbo che dal terzo set è rientrato in campo. I block-devils così restano nella scia di Trento (anch’essa vincente) ed allungano su Modena (che si è salvata al tie-break), e saranno proprio queste due le prossime avversarie di superlega maschile, partite che daranno la possibilità di mettere la freccia e conquistare la seconda piazza della classifica, obiettivo del momento sul fronte nazionale. Era un compito da affrontare al meglio soprattutto per il libero Federico Tosi chiamato ancora tra i titolari: «Era importante vincere da tre punti. Sapevamo che era una gara difficile perché i calabresi stanno giocando molto bene. Per noi la ripresa dopo dieci giorni è stata un po’ complicata e abbiamo pagato la pausa nel secondo set con alcune disattenzioni e qualche errore di troppo. Ma poi siamo stati molto bravi a vincere una partita difficilissima». In effetti gli errori commessi nelle prime due frazioni sono stati davvero tanti, dodici ognuna, come a dire che metà del lavoro degli ospiti lo hanno fatto i bianconeri. A questo proposito è capitan Emanuele Birarelli a parlare: «La partita è stata complicata perché noi abbiamo regalato un po’ troppo all’inizio, loro hanno fatto la loro partita e forzando la battuta e ricevendo bene sono riusciti a renderci il compito difficile. La ripresa è stata faticosa per noi ed in settimana ci siamo gestiti per via di condizioni fisiche non proprio ottimali. Giocare sotto pressione non è poi male perché dobbiamo abituarci anche a giocare in queste situazioni». Le incognite dopo una lunga sosta hanno fatto perdere il ritmo ai perugini che sapevano di correre questo rischio, il palleggiatore Luciano De Cecco ha rimarcato: «Ho variato molto il gioco perché loro giocavano molto veloce e non riuscivamo a prenderli a muro, questo ci ha fatto sbagliare più del normale perché eravamo entrati in campo molto carichi ma non riuscivamo a prendere il ritmo dopo una settimana con giorni liberi. Dopo i primi due frangenti ci è entrata la battuta ed abbiamo respirato meglio. Ora dobbiamo pensare a migliorare già da mercoledì». Non molto soddisfatto lo schiacciatore Ivan Zaytsev che guarda al prossimo impegno di coppa Italia: «Ci abbiamo messo un po’ a carburare ma alla distanza siamo usciti ed abbiamo guadagnato tre punti importanti. Mercoledì abbiamo il quarto di finale di coppa Italia e sarà una bella battaglia da vivere in campo ma anche sugli spalti». A concludere la carrellata di interventi è stato il tecnico Lorenzo Bernardi che ha sottolineato: «Ci sono sempre più modi di vedere una gara, abbiamo vinto una gara che non era iniziata bene. Come ripeto sempre ai ragazzi, se dobbiamo perdere deve accadere per meriti dell’avversario e nei primi due set invece abbiamo agevolato noi il compito agli avversari. Le scelte iniziali sono state dettate dalla condizione dei giocatori con Podrascanin debilitato dalla febbre, tengo a precisare però che non può essere assolutamente una scusante la sua assenza per aver commesso ventiquattro errori in due set per colpe nostre. Dobbiamo imparare ad essere nel ritmo e non staccare la spina perché poi riattaccarla è sempre difficile, quando sappiamo che andiamo incontro ad una problematica dobbiamo essere pronti ad affrontarla. Stavolta lo abbiamo fatto dal terzo set, invece bisogna farlo da subito».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 9, 2017 11:30