Perugia ferma la corazzata Belgorod

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 18, 2017 23:15
DeCecco-Podrascanin (muro)

Sir Sicoma Colussi Perugia a muro con Luciano De Cecco e Marko Podrascanin (foto Michele Benda)

Torna protagonista al Pala-Evangelisti la champions league maschile, e la marcia della Sir Sicoma Colussi Perugia resta trionfale. Sono i campioni del 2014 ad inchinarsi allo strapotere bianconero nel terzo dei sei atti previsti nel girone preliminare, i block-devils scappano così sempre più al comando della classifica. Il girone di andata si chiude con un trionfo per i bianconeri che hanno vacillato per un set contro Belgorie Belgorod entrata in campo facendo pesare tutta la sua esperienza ed i suoi centimetri. La compagine del presidente Gino Sirci insegue, soffre e va sotto ma poi comincia a lottare e raddrizza un match che aveva fatto temere il peggio. Spunti positivi si sono visti a muro ed in difesa. A fungere da spauracchio per gli stranieri è stato il solito Aleksandar Atanasijevic, una prestazione decisa quella del martello serbo che in attacco ha fatto tutto il possibile vincendo un set praticamente da solo. Il primo parziale è subito dominato dagli ospiti che ostentano una tranquillità fuori dal comune, la ricezione va sbito in babola e bari sostituisce Tosi ma l’inarrivabile Muserskiy raggiunge altezze stratosferiche e trascina sullo 0-10. Atanasijevic interrompe il sortilegio ma il divario rimane inossidabile e allora si prova la carta Russell al posto di Zaytsev (zero su nove) ma i bianconeri non sono troppo convinti e peggiorano il gap vommettendo nove errori e dovendo chiudere prontamente la sostituzione (7-21). Si chiude con un’atentica lezione la prima frazione. C’è un piglio diverso alla ripresa tra i padroni di casa, Berger si mette in evidenza per alcune buone giocate in attacco e a muro che rianimano la tifoseria (5-3). Atanasijevic rompe gli indugi ed il muro di Zaytsev porta al primo time-out tecnico (8-4). L’ulteriore allungo è opera delle incursioni di Podrascanin e del muro che riesce finalmente a prendere le misure (sei i francobolli) che ampliano la forbice mettendo pressione agli stranieri che non riescono più ad avere continuità (15-8). Il servizio russo perde d’incisività e spesso termina in rete (saranno sette gli errori in questo fondamentale) ed in breve la cortesia è restituita. Nel terzo frangente tornano ad incidere Kthey e Muserskiy che provocano lo scollamento (9-13). La convinzione però c’è stavolta tra i locali che recuperano ed impattano in un break non privo di sbavature degli atleti dell’est e poco dopo è Atanasijevic (altre dieci palle a terra) a far mettere la freccia ai perugini (19-17). Coch Kosarev getta nella mischia Danilov per Kthey e con pazienza Belgorod torna a graffiare con i muri pesantissimi di Muserskiy che rovesciano di nuovo (22-23). La prima palla-set è dei russi ma viene annullata, poi ce ne sono altre tre a testa e sono gli umbri a trovare il guizzo vincente con Atanasijevic. Il quarto periodo comincia sui binari dell’equilibrio ma sul 9-9 perdono lucidità i rappresentanti italiani che vengono sovrastati dal solito Muserskiy che causa la scollatura (12-17). Bernardi richiama in panchina prima Bari, poi Atanasijevic, Zaytsev e De Cecco per farli riposare ed inserisce Tosi, Russell, Chernokozhev e Mitic ma il gap permane (17-21). A rimandare il verdetto è . Al tie-break si avanza gomito a gomito ed il punteggio rimane in bilico sino al 12-12, alcune richieste non proprie causano la penalità che dà due match-ball a Perugia (14-12). Ed è vittoria.
SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA – BELGORIE BELGOROD = 3-2
(11-25, 25-14, 31-29, 18-25, 15-13)
PERUGIA: Atanasijevic 25, Berger 15, Zaytsev 6, Podrascanin 7, Buti 1, De Cecco , Tosi (L1), Birarelli 2, Russell 3, Mitic, Chernokozhev, Bari (L2). N.E. – Della Lunga, Franceschini. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
BELGOROD: Muserskiy 16, Smolyar 11, Kthey 10, Zhighalov 9, Thetyukhin 8, Poroshin 1, Martynyuk (L), Bagrei 2, Danilov 15, Iereshchenko 1, Fomenko. N.E. – Podlesnykh. All. Alexandr Kosarev ed Alexandr Bogomolov.
NOTE – Spettatori 3’932.
Durata dei set: 24’, 24’, 41’, 30’, 22’.
Arbitri – Stefan Bernstrom (SWE) e Ksenija Jurkovic (CRO).
SIR SICOMA (b.s. 22, v. 3, muri 8, errori 11).
BELGORIE (b.s. 29, v. 5, muri 13, errori 12).





Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 18, 2017 23:15