Perugia saluta la coppa Italia, Piacenza fa festa

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 11, 2017 23:12
Atanasijevic Aleksandar (attacco)

Sir Safety Conad Perugia) in attacco con l’opposto Atanasijevic Aleksandar (foto Michele Benda)

Una Sir Safety Conad Perugia a due facce prima sovrasta ed incanta, poi lamenta problemi di carattere e consente ai rivali di rialzare la testa, alla fine ci prova ma va al tappeto. Era il quarto di finale più incerto che proponesse il programma di coppa Italia della massima categoria maschile di pallavolo, quarta contro quinta della classifica al termine del girone d’andata, e i cinque set disputati al Pala-Evangelisti lo hanno confermato. A far saltare i piani ai block-devils è la Lpr Piacenza che nel momento più buio della serata riesce a trovare nel carattere la risorsa in più per ribaltare ed andare a trionfare. È proprio il carattere l’elemento più carente dei bianconeri che, eccezion fatta per Atanasijevic, non sembrano mai coinvolti più di tanto nella battaglia. La prima gara da dentro o fuori della gestione Bernardi mette in evidenza antichi problemi e così arriva una cocente delusione. I padroni di casa partono con Bari che ritrova il suo posto da titolare, dalla parte opposta c’è Clévenot di banda e Tencati al centro. La concentrazione in avvio è altissima e Podrascanin piazza il primo break (6-4). La fase punto de perugini funziona con Zaytsev ed Atanasijevic che operano l’allungo con bombe in battuta (17-10). La reazione degli emiliani è scomposta e gli errori impediscono di accorciare, Atanasijevic mette giù la sesta palla personale che vale l’uno a zero. Nel secondo set il primo tentativo di fuga è dei locali con super Atanasijevic che porta a più tre ma stavolta gli ospiti sono pazienti e senza errori rimontano e mettono il naso avanti (13-14). Si combatte ad armi pari con i perugini che possono contare sul miglior Atanasijevic della stagione (nove punti su dieci attacchi che equivalgono allo stupefacente 90% di efficacia). Anche se la ricezione stenta è lui a mettere la freccia e conquistare due palle-set (24-22). La prima se ne va ma la seconda Zaytsev non la fallisce. Anche la terza frazione di gioco è equilibrata, almeno sino all’11-11, la concentrazione non fa difetto agli uomini di coach Bernardi che provano a più riprese a smarcarsi con Birarelli che sigla il 15-12. È la correlazione muro-difesa la risorsa in più dei piacentini che riescono a salvare tanti palloni e tornare a condurre con il regista Hierrezuelo che fa scelte ponderate (19-22). Il punto che riduce le distanze è di Marshall. Il quarto periodo inizia nel segno di Hernandez che dal servizio procura la prima accelerazione (5-9). Dentro Berger per Russell ma la scossa non c’è, l’austriaco è subito grintoso ma i compagni non si motivano ed Hierrezuelo rimanda il verdetto. Al tie-break partenza da incubo (1-4). La tensione sale ancora più alta ma Atanasijevic non fallisce un colpo e torna a far sentire il fiato sul collo (8-9). Alla fine è proprio lui a sbagliare la battuta che decreta la vittoria di Piacenza. La coppa Italia si vedrà in televisione.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – LPR PIACENZA = 2-3
(25-17, 25-23, 23-25, 21-25, 13-15)
PERUGIA: Atanasijevic 29, Podrascanin 12, Zaytsev 11, Russell 10, Birarelli 6, De Cecco 5, Bari (L1), Berger 3, Della Lunga, Mitic, Buti, Tosi (L2). N.E. – Chernokozhev, Franceschini. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
PIACENZA: Hernandez 26, Marshall 17, Alletti 11, Clévenot 7, Hierrezuelo 7, Tencati 4, Manià (L1), Yosifov 2, Parodi 1, Cottarelli. N.E. – Zlatanov, Tzioumakas, Papi (L2). All. Alberto Giuliani e Marco Camperi.
NOTE – Spettatori 2’922.
Durata dei set: 25’, 28’, 31’, 24’, 21’.
Arbitri – Matteo Cipolla (PA) ed Andrea Pozzato (BZ).
SIR (b.s. 23, v. 8, muri 10, errori 9).
LPR (b.s. 22, v. 8, muri 13, errori 13).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 11, 2017 23:12