Zambelli Orvieto regina del derby con la Tuum Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 15, 2017 01:00
Guasti Alessandra (attacco)

Orvieto in attacco con Alessandra Guasti e Perugia a muro con Corinna Cruciani e Claudia Stincone (foto Michele Benda)

Al Pala-Papini è battaglia senza risparmio di colpi nel derby umbro della serie B1 femminile. Al termine di tre set entusiasmanti per intensità e per agonismo, ma fondamentalmente a senso unico, è la Zambelli Orvieto a festeggiare. Un successo che consolida in vetta le rupestri e che vale come una seria ipoteca per la qualificazione alle final four di coppa Italia. Ci ha provato la Tuum Perugia che però non è apparsa convinta dei propri mezzi e deve recriminare parecchio sulle occasioni sciupate che ora le hanno fatto perdere contatto con le squadre di vertice. L’arena di Ciconia gremita come mai era successo prima ha accolto festante le sfidanti con le tigri gialloverdi che hanno avuto la meglio sulle magliette nere grazie alla maggior efficacia in battuta ed in attacco. All’avvio della gara in campo c’è l’ultimo ingaggio Ginanneschi mentre Ubertini gioca da opposta, la partenza bruciante è opera di Kotlar ma le ospiti reagiscono mostrandosi attente a muro (3-3). Le orvietane provano ripartire con la battuta e colgono impreparata la retroguardia avversaria (10-6). Le tigri gialloverdi sfruttano il servizio per incidere, tre ace ed un muro denotano la migliore fase-break che scava il solco (16-10). Capitan Ubertini è implacabile (sette punti in apertura) ma un cambio d’inerzia c’è con l’ingresso di Gorini e Puchaczewski che tornano a far sentire il fiato sul collo (22-20). Le locali si riorganizzano e ripartono con Ginanneschi che sigla il vantaggio. Invertiti i campi è sempre la battuta a mandare avanti la squadra rupestre che piazza altri due ace e con la diligente regia di Valpiani incrementa il ritmo (13-8). Le maggiori sicurezze della capolista ed una Montani (sei palle a terra) in costante crescita creano i presupposti per ampliare il gap (19-12). Le ospiti provano a mischiare le carte del mazzo inserendo Stincone e Puchaczewski ma fermare le tigri è impossibile, il raddoppio arriva su errore altrui. Nel terzo set cala il ritmo e si manifesta un certo equilibrio iniziale (8-7). Gli errori fanno la differenza e le minori sbavature della Zambelli provano la fuga anche se le quattro lunghezze di margine vengono annullate da un turno di servizio malefico (13-13). L’accelerazione di Guasti favorisce l’allungo, ma con un colpo di reni di Minati il punteggio si riapre (19-18). La lucidità nel finale non manca a Valpiani che porta sul 24-20. La prima palla-match viene annullata ma alla seconda Kotlar punisce col muro.
ZAMBELLI ORVIETO – TUUM PERUGIA = 3-0
(25-21, 25-18, 25-20)
ORVIETO: Montani 12, Kotlar 11, Guasti 11, Ginanneschi 8, Ubertini 7, Valpiani 5, Rocchi (L). N.E. – Mezzasoma, Donarelli, Deanesi, Vujevic, Serafini. All. Matteo Solforati e Giuseppe Iannuzzi.
PERUGIA: Minati 10, Catena 9, Porzio 3, Ragnacci 5, Cruciani 4, Stincone 3, Chiavatti (L1), Puchaczewski 5, Gorini 2, Fastellini 1. N.E. – Tiberi, Mearini, Gaggiotti, Santibacci (L2). All. Fabio Bovari e Daniele Panfili.
Arbitri: Giovanna La Rocca ed Emanuele Renzi.
ZAMBELLI (b.s. 5, v. 7, muri 8, errori 12).
TUUM (b.s. 4, v. 5, muri 6, errori 17).







Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 15, 2017 01:00