Andrea Bari: «Perugia è convinta di poter dire la sua»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 27, 2017 12:45
Bari Andrea

Andrea Bari (foto Michele Benda)

Erano stati distribuiti gli antistress da Pegaso 2000 domenica prima della partita della Sir Safety Conad Perugia ma alla fine i simpatici cuoricini del partner commerciale dei bianconeri non sono serviti ai quattromila presenti al Pala-Evangelisti. La vittoria dei block-devils è stata netta e con pochissimi momenti di difficoltà, circoscritti alle fasi iniziali del secondo e terzo set, per cui i gommosi omaggi potranno essere utilizzati alla prossima occasione. Tutto è filato liscio anche se non è servito il tre a zero per raggiungere la seconda posizione, lo schiacciatore Ivan Zaytsev si è detto contento: «Volevamo chiudere la stagione regolare con una bella prestazione. Non è bastata per raggiungere il secondo posto, ma siamo contenti ed ora ci prepariamo per i play-off. Stasera siamo stati continui per tutta la partita. Credo che possiamo fare meglio, ma è stata una buona gara per noi». Abituato a ricercare la perfezione in ogni prova e a richiamare l’attenzione dei suoi atleti ad ogni particolare che può rivelarsi importante il tecnico Lorenzo Bernardi si è mostrato ancora molto prudente: «Affrontare Piacenza non sarà facile ma questa nostra prova di grande pallavolo aumenta fiducia e autostima. A questo punto della stagione non dobbiamo temere alcun avversario. Mi aspetto però di più, perché pause come quelle avute in avvio del terzo set contro Verona rischiano di essere pagate a caro prezzo nelle gare che ci aspettano». Avrebbe meritato il premio di miglior giocatore in campo il centrale Marko Podrascanin che ha offerto una prestazione di grande solidità, un muro, tre ace e 75% in attacco, ma il suo pensiero è positivo: «Sono molto contento della reazione che abbiamo avuto nelle due partenze lente di inizio secondo e terzo set. Penso sia stata una delle migliori partire di quest’anno, abbiamo chiuso il girone di ritorno nella maniera migliore, Noi abbiamo provato a vincere tutto anche se siamo arrivati dietro a Trento, comunque non è molto importante se siamo secondi o terzi, la cosa importante è giocare bene e se giochiamo così tutti devono avere paura di noi». Mercoledì si tornerà in campo per l’impegno di champions league contro i turchi di Ankara guidati dall’ex tecnico Kovac, poi sabato gara-uno dei quarti di finale col Piacenza. A guardare avanti è il libero Andrea Bari, vero esperto della post season: «Sono contento di aver espresso un buon livello con grande continuità, come qualche anno fa. Verona è una grande squadra e non era pensabile di dominare totalmente la partita ma siamo stati bravi a superare i piccoli momenti di difficoltà e a non tremare. Testa all’inizio dei play-off, ora serve di pensare a fare il meglio possibile, abbiamo grandi giocatori e se siamo tranquilli possiamo dire la nostra». Rimane coi piedi per terra il regista Luciano De Cecco che si concentra sulla prossima sfida: «Non abbiamo nessun rammarico per la classifica, il nostro gioco ora è aggressivo e questo è quello che conta. Piacenza contro di noi scenderà in campo senza nulla da perdere e sarà molto pericolosa. Giocheremo dopo il turno di champions league e quindi con un po’ di riposo in meno rispetto a loro. Dovremo essere attenti e meticolosi perché la serie è molto equilibrata. Si riparte da zero a zero e dobbiamo sfruttare il nostro pubblico per vincere». Da segnalare un piccolo episodio fastidioso che si è verificato prima del fischio d’inizio della gara di domenica, con i tifosi scaligeri che hanno rifiutato il cesto di benvenuto regalato loro come d’abitudine dai Sirmaniaci. Il presidente Gino Sirci lo ha sottolineato: «Non è stato un bel gesto. Peccato, perché la nostra tifoseria è nobile e generosa, come è genuina la mentalità di questa città. Nei play-off siamo pronti a dire la nostra. Con Piacenza vogliamo vendicare la sconfitta di coppa Italia».

 

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 27, 2017 12:45