Aurora Cosetti: «Sono a disposizione del San Giustino»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 23, 2017 08:30
Cosetti Aurora (palla)

Aurora Cosetti (foto Giorgio Gammetta)

Nel sabato di Montale Rangone, poco ha funzionato per la Sia Coperture San Giustino, a cominciare dalla battuta, che contro San Lazzaro era stata il punto di forza delle biancoazzurre. C’è stata tuttavia un’eccezione in positivo, costituita da Aurora Cosetti, la diciannovenne di Genzano portata da coach Pietro Camiolo per fare il libero, ma che in più di una circostanza è scesa in campo senza questo preciso incarico e che, specie nelle fasi conclusive dei set, ha garantito il suo apporto proprio al servizio. Ebbene, sul suo turno di battuta le altotiberine hanno costruito la rimonta del primo set, vanificata poi dalla sconfitta ai vantaggi: «Peccato perché sul più bello poi la battuta l’ho sbagliata, anche se poi siamo state capaci di riagguantare la parità sul 24-24». Dopo un time-out discrezionale ci può anche stare; è riuscita a trovare a freddo il modo di servire preciso, sapendo che non si deve sbagliare. «Oramai ci sto facendo l’abitudine, quando i punteggi diventano critici per noi, entro con la consapevolezza delle responsabilità che mi attendono. Le mie battute? Ho la tendenza a far scendere all’improvviso la palla e spesse volte disunisco le avversarie in ricezione». Parla della sconfitta a Montale Rangone, dopo le due belle vittorie casalinghe. «È successo che due volte siamo andate ai vantaggi e che in entrambe le circostanze ha avuto la meglio l’esperienza delle emiliane, soprattutto nei posti-quattro. Nei vari set, non eravamo partite bene, poi avevamo recuperato, ma nel momento decisivo loro hanno avuto qualcosa in più. Fossimo state più attente, sono sicuro che qualche cosa di buono ci sarebbe scappato». Un incidente di percorso, che comunque non ha rovinato la buona posizione di classifica acquisita. «Sì, quei cinque punti contro Olimpia Ravenna e San Lazzaro sono tanta roba e ci permettono finalmente di respirare. Oltre alla soddisfazione personale e di squadra, perché indicativi della nostra crescita, ci stanno facendo tremendamente comodo. Ora, non dobbiamo fallire la prossima gara». Già, dopo la sosta arriverà tra le mura amiche Cesena; anche alla luce degli impegni che attendono le squadre in fondo al gruppo, fare bottino pieno significherebbe arrivare a un passo dalla salvezza. «Conquistare i tre punti sarebbe davvero l’ideale e ci consentirebbe probabilmente anche di guadagnare ulteriore terreno sulla zona a rischio. Le due vittorie casalinghe ci hanno fatto capire che anche noi abbiamo le nostre credenziali e che quindi ce la possiamo giocare contro tutte». Una giocatrice multiuso, nel senso che, a seconda delle situazioni, alterna la maglia di libero con quella normale. «Sono contenta perché comunque lo faccio per la causa della squadra. E anche quando non indosso la casacca di libero, entro pur sempre dietro in battuta e nelle situazioni che ho descritto. Alla fine, nella sostanza non cambia molto, anche se il libero non va in battuta». L’esperienza a San Giustino sta procedendo bene. «La rifarei tranquillamente, anche perché sono diventata più autonoma e ho imparato a gestirmi e organizzarmi». Salvezza in maggio, maturità in giugno, è un 2017 significativo per Aurora Cosetti. «Spero di potermi togliere entrambe le soddisfazioni. Frequento l’ultimo anno di liceo scientifico a Città di Castello e i risultati scolastici sono buoni. Il segreto è uno soltanto, pianificare bene una giornata che comincia a scuola e prosegue al palasport. Il resto è tutto studio».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 23, 2017 08:30